Tag: Davanti Agli Occhi

Eventi/Presentazioni

Roma
04/05/2017
21.30 (ma dalle 20 io sono lì!)
Libri&Bar Pallotta, Piazzale di Ponte Milvio, 23

Napoli
05/05/2017
18.00
Mondadori, piazza Vanvitelli

Milano
11/05/2017
18.30
Mondadori, via Marghera

Velletri
20/05/2017
18:30
Mondadori, via Pia, 9

Viterbo
24/06/2017
Festival di Caffeina
dettagli a breve

Catania
14/07/2017
Mondadori Piazza Roma
dettagli a breve

Agrigento
16/07/2017
Mondadori Point, Le Vigne Castrofilippo
dettagli a breve

Matera
dettagli a breve

Puglia
dettagli a breve

Roberto Emanuelli
#eallorabaciami
#siamosoloperpochi
#robertoemanuelli

Seguimi su Facebook per restare aggiornato:


Frasi e pensieri di Roberto Emanuelli

Quando tu sei con me, con me c’è tutto l’universo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

«Yo quiero que tú seas feliz, no me basta verte sonreír, porque a veces sonreímos para no enseñar al mundo cuánto somos frágiles, o quizás porque nos han enseñado el sentido de la dignidad, y entonces, a veces, sonreímos mientras el mundo se nos cae encima. Dame la mano amor, si tu mundo se derrumba, te regalo el mío.»

Extracto de la novela: “Y entonces besame”, de Roberto Emanuelli

—————–

«Io voglio che tu sia felice, non mi basta vederti sorridere, perché a volte sorridiamo per non mostrare al mondo quanto siamo fragili, o forse perché ci hanno insegnato il senso della dignità, e allora, qualche volta, sorridiamo mentre ci casca il mondo addosso. Dammi la mano, amore, se il tuo mondo crolla, ti regalo il mio.»

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Abbiamo passato insieme diciannove mesi, e ogni singolo giorno è stato il più incredibile della mia vita. Ma se devo ricordare qualcosa di te, qualcosa che mi fa vibrare il cuore tutte le volte, ecco, sono i dettagli, le cose apparentemente più piccole, quelle solo tue: il neo sotto l’occhio, la cicatrice sulla pancia che baciavo sempre, la scottatura sul polso, il tuo imbarazzo quando ti dicevo che eri splendida, diventavi seria e arrossivi, l’imbarazzo di chi non sa di esserlo eppure è la creatura più bella dell’universo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quello che spero è che un giorno, ripensando a me, guarderai al nostro prima e al nostro dopo come luoghi che non reggono il confronto con quel paesaggio meraviglioso che eravamo noi. Penserai che era bello prima d’incontrarmi, e che forse è stato bello anche dopo esserci persi, ma che quando stavamo insieme era tutto speciale… per come ci guardavamo, per la voglia che avevamo di cercarci, perché forse tu non hai più sorriso a nessuno come hai fatto con me, perché sì, forse hai fatto l’amore ancora, ma non è stata la stessa cosa, perché per me era come la prima volta, e per te era come guardare un uomo che non aveva mai toccato una donna prima di allora. E tutto questo perché siamo stati qualcosa che sappiamo solo noi, e quando un giorno mi ripenserai, so che lo farai così, sospirando, in un modo speciale…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ti ho tenuta nel mio cuore, riparata da ogni cosa, protetta da tutto. Tu sei lì, in quell’angolo di felicità, in quello spazio incontaminato speciale e diverso dal resto. Perché non c’è nulla di più prezioso di quello che teniamo solo per noi, che manteniamo segreto, niente è più importante di quello che custodiamo gelosamente nei nostri pensieri. Certe cose le facciamo in silenzio, in quel piccolo retroscena del nostro cuore: condividerle significherebbe un po’ vanificarle, renderle banali, metterle a disposizione di chiunque, invece quei tratti della nostra storia sono solo per noi, ce ne occupiamo ogni giorno senza sbandierarlo. Anche perché nessuno capirebbe tanto amore per qualcosa che ti ha ucciso, nessuno saprebbe toccare quelle emozioni con la delicatezza che meritano e senza giudicarle. Verrebbe facile a chiunque dire: “Ma come? Tutta questa importanza a una che ti ha lasciato?”. Sarebbe troppo difficile comprendere la nostra risposta: “No, sbagli… lei non si è mai mossa nemmeno per un attimo dal mio cuore”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Io e te insieme? Io e te insieme saremmo stati quattro, e avremmo fatto un sacco di casino. Ti saresti incavolata spesso, certo, ma poi di notte ti avrei abbracciato a lungo per farti calmare. Da dietro. Fino a che non mi avresti cacciato perché avresti avuto caldo, e perché tu ogni tanto hai bisogno di sentirti libera. E perché io ogni tanto ho bisogno che ti senta libera. Per poi tornare sul mio petto, rannicchiandoti su di me, per le carezzine in testa. Per prenderti l’amore. Per darmelo. Io e te insieme? Io e te insieme sarebbe stato bello. Tanto.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ma non sarò io a chiederti di amarmi a ogni costo, non verrò a elemosinare attenzioni in qualche angolo del tuo cuore. Non funziona così, sarebbe un errore. Sarebbe sbagliato. Non sarò io a spiegarti che quando sono gelosa e vado fuori di testa e do di matto, in realtà sto urlando che ti amo da morire, e che ho paura che tu non sia più mio, e che ho paura di non essere all’altezza…
Non sarò io a raccontarti di quelle notti in cui a volte mi perdo, quelle in cui vorrei che fossi con me, a tenermi la mano. Senza dire una parola. Non sarò io a spiegarti che dove c’è un muro in genere c’è un cuore che vuole proteggersi perché ha paura di rischiare ancora. Perché ha paura di morire. Non sarò io a dirti che se davvero ci tieni, il muro lo butti giù, in qualunque modo, e che a volte basta un semplice abbraccio per farlo crollare… Non sarò io a chiederti di essere diverso da quello che sei, perché quando accogli qualcuno nella tua vita, non gli chiedi di cambiare in base ai tuoi capricci, perché ti piace per quello che è, col buio e la luce, col rumore e la musica, con la forza e la fragilità.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

«Sei bella quando piangi di gioia. Tu sei bella sempre, amore… e sai come sei bella?» «No, come?» Le prendo delicatamente la testa fra le mani, perché possa guardarmi negli occhi, e rispondo: «Sei bella come le cose proibite, quelle cose che sai che è meglio non guardare ma non puoi farne a meno e le guardi. E tutte le volte te ne innamori un po’ di più, e tutte le volte sai che poi non sarà più come prima, perché sarà impossibile immaginare la tua vita senza quel brivido che provi quando le guardi. E quando io ti guardo è come se ti vedessi per la prima volta: mentre scendi le scale, mentre ti vesti, mentre leggi, mentre ti svegli, mentre parli con le tue amiche… per me è sempre la prima volta, e tutte le volte mi manca il fiato. Ecco, sei bella come quelle cose che t’incasinano la vita, quelle che per prenderle devi imparare a volare, anche se sai che volare non è possibile».

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se una donna non la senti col cuore, non la toccherai mai davvero in nessun altro modo. È questa la verità. Forse penserai di averla presa e fatta tua in tutte quelle ridicole posizioni che hai imparato da quei ridicoli film. Ma lei continuerà a sfuggirti, come in quegli incubi in cui tenti di fare qualcosa di apparentemente facile, tipo alzarti o camminare, ma proprio non ci riesci. E ricorda, non esistono donne facili o etichettabili in un modo tanto banale. Banale è solo il cervello di chi non lo capisce. Perché ogni donna è speciale e complessa a modo suo; ogni donna, prima di tutto, merita di essere sentita col pensiero, di essere presa con lo sguardo, e di essere toccata col cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Vivi ogni giorno come se fosse l’ultimo della tua vita, ma fa’ di tutto perché non lo sia… Prega, se pregare ti fa stare bene, ma ricorda che trasferire il motivo dei tuoi insuccessi a qualcosa di esterno a te stesso sarà il motivo del prossimo fallimento…
Baciala! Tu baciala! Circondati delle prime persone a cui pensi quando sei felice e quando stai male, sono quelle che non ti chiedono “come stai” ma fanno di tutto perché tu stia bene… Arriverà un momento in cui fare qualcosa di romantico ti sembrerà stupido, forse perché qualcuno avrà riso della tua sensibilità, ma tu fallo lo stesso, segui il tuo cuore, portala lì, su quella spiaggetta che ti piace tanto, al tramonto, con il mare e le stelle… Più avanti scoprirai che, al contrario, non farlo sarebbe stata la cosa più stupida della tua vita… E piangi, se ne hai voglia, tu piangi! Vai a trovare la persona di cui dici sempre “devo andare a trovarlo”, ma vacci adesso! Chiama quella di cui dici sempre “devo chiamarlo”, ma chiamala adesso! Non incastrarti in un ruolo solo perché pensi di doverlo fare o perché gli altri se lo aspettano, ricorda che la coerenza forzata sfocia nell’ottusità: fregatene di essere a tutti i costi un uomo “tutto di un pezzo”, molto meglio essere un “pezzo di tutto”. E poi diglielo… diglielo che la ami! Non fare il gradasso, non raccontare i dettagli delle tue esperienze intime, perché questo non ti renderà un “grande uomo” ma solo un “uomo piccolo” di cui non fidarsi… E poi, ecco… tieni a mente che se lei urla, non è detto che dipenda dal fatto tu sia un toro: per esempio, l’ultima volta era un crampo… Innamorati, tutte le volte come se fosse la prima volta! Cerca di mantenerti in forma, ma a una certa età smettila di recitare la parte del ragazzino perché hai paura di invecchiare… oppure fai pure il ragazzino, ok, ma tira fuori quello che scalpita dentro il tuo cuore e non hai ascoltato mai. Guardalo bene negli occhi, senti cos’ha da dirti, e non deluderlo. Non più. Difendi le cose in cui credi, anche quando ti metteranno in un angolo, anche quando rideranno di te, tu difendile, perché sono i tuoi sogni, è tutto quello che hai… Non chiederle perché piange, abbracciala! L’amore più grande della tua vita arriverà nel modo più inaspettato, da un momento all’altro, all’improvviso, ti stenderà lungo la strada di casa, quella che percorri tutti i giorni e conosci a memoria, quella su cui non pensavi di poter trovare sorprese. Fatti trovare preparato! Riconsidera la scala delle tue priorità, riflettici… e se il tuo lavoro viene prima di ballare e cantare completamente nudo dentro casa mentre ascolti il tuo pezzo preferito, ecco, allora fatti una domanda, chiediti se è quello che vuoi, se stai seguendo davvero il tuo cuore, sei ancora in tempo per cambiare la tua vita! E poi… mandale quel messaggio!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

E quando avrai paura, io ti abbraccerò ancora.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Volevo dirti di sorridere sempre, anche quando sorridere ti sembrerà impossibile, anche quando la vita ti metterà alla prova con tutto quel rumore, tu sorridi! Solo così annullerai qualunque tentativo esterno di intossicare la tua felicità. Volevo dirti che, quando sarai grande, quando sarai una donna, sarà importante guardare ancora il mondo come lo guardavi da piccola, come lo guardi ora, con gli occhi di una bambina: belli, puliti, sinceri, pieni di entusiasmo e di stupore… Volevo dirti che ci sarà sempre una parte di te che sa quello che è ‘giusto’, e un’altra che sa quello che vuole, tu ascolta la voce della prima, ma segui sempre la seconda, perché solo quella voce ti farà sentire davvero viva! Perché solo quella voce ti farà sentire meravigliosamente sbagliata ma sempre nel posto giusto… Volevo dirti che arriverà la paura, lei sarà lì, silenziosa ma ingombrante, ti consiglierà la cosa più facile, quella più comoda, quella più distante dal tuo cuore. Tu potrai scegliere fra la sicurezza di essere perfetta e il rischio di essere felice. A te la decisione. Ma io ti auguro di essere imperfetta, di lasciare ogni certezza, la felicità è lì, subito dopo tutti quei calcoli, subito dopo tutta quella paura… E ogni volta che succederà dovrai decidere se seguire il tuo cuore o uccidere una parte dei tuoi sogni, se scappare o combattere, se vincere o perdere. Tu prenditi gioco di lei e perdila. E poi perditi… Volevo dirti che fra tutti i modi possibili di essere qualcosa, sarai tentata di essere quello che piace agli altri, per farti accettare, per non essere esclusa, per conquistare un piccolo spazio nel cuore di chi dice di esserti amico, ma solo a questa o a quella condizione. Tu invece cerca di essere te stessa, solo così ti riconoscerai sempre. Volevo dirti che arriverà l’amore, e ti farà vibrare il cuore, ti farà saltare di gioia, ti porterà sulla luna, sulle stelle, fra le nuvole, su Giove, su Marte, oltre le galassie… poi forse ti farà cadere, all’improvviso, giù per terra, e ti renderà fragile, e ti renderà insicura, e ti farà urlare in silenzio. E non ci sarà nessuno a chiederti perché, o come è successo. Così dubiterai di te stessa, della tua bellezza. Del vestito che forse non ti donava, che forse non era quello adatto. Delle parole che forse non erano abbastanza chiare, o che sono state fraintese. E allora ti chiederai ‘perché non ha scelto me?’, e di notte abbraccerai il cuscino cercando la sua mano senza trovarla, e senza chiudere occhio, trattenendo il fiato, stringendo i pugni… ma poi un giorno tornerà, e tu sarai di nuovo felice! Ecco, l’amore è questo, un follia, la più bella e meravigliosa fra le follie! Tu accoglilo, prendilo sempre! Sii pazza d’amore, sii pazza per amore. Fai in modo che la tua vita sia tutta un’immensa sconclusionata follia, la più bella e meravigliosa fra le follie! Volevo dirti tante cose, avevano tutte a che fare con il bene che ti voglio, con l’amore che sento dentro. Con il vuoto che a volte mi avvolge. Ma forse queste cose che volevo dirti, tu già le sai, e quando non sarò all’altezza di essere tuo padre, quando non ci riuscirò, allora cercherò di essere tuo figlio, e poi tuo amico. E se non riuscirò a essere niente di tutto questo, allora sarò solo le cose che volevo dirti e che non ti ho mai detto…

Una lettera di Leo a Laura…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Dell’amore non ne so molto… ma so che ha a che fare con la capacità e la voglia di comprendere e andare oltre. Come quando lei sorride ma in realtà vorrebbe piangere, come quando lei batte i pugni ma in fondo vorrebbe essere abbracciata. Come quando lei stringe i denti in silenzio ma vorrebbe urlare. L’amore è quando dici “io sono qui, non me ne vado”… e poi non te ne vai davvero. Perché l’amore resta, non se ne va. Perché se la ami, l’idea di andartene non ti sfiora neanche. Perché, senza di lei, nulla ha davvero senso, e niente è davvero bello. Perché, senza di lei, non puoi chiamarlo amore… e io senza di te, Angela, non ho chiamato più nulla amore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ricordo che quella volta, in cucina, poco prima di sparire, mi hai chiesto: «Ma tu… tu come stai?». «Già, io… io come sto?» ho risposto ridendo. Senza aggiungere altro. Io sto così, sto che ti odio da morire. Sto che ripenso a quel tuo ridicolo modo di prendermi in giro e a quella stupida pernacchia con la quale pensavi di mettermi paura. Sto che riascolto spesso quel pezzo che ascoltava il tipo parcheggiato di fianco a me il giorno che ci siamo conosciuti: tu eri appena andata via, e il mondo suonava già in modo diverso… Io sto che ti detesto. E sto che mi viene in mente di continuo quel tuo buffo e meraviglioso modo d’imbarazzarti e nasconderti con la testa sotto il cuscino e di cercare, poi, la mia mano con la tua sotto le lenzuola. Io sto così, a ripensare a tutte quelle volte che avrei voluto dirti “ti amo” e non l’ho fatto. A tutte quelle volte che volevo dirti “sei bella” e non l’ho detto. Io sto che ti odio. E non c’è niente che conti più di te. Ecco, ecco come sto…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Buonanotte a te che hai lo stomaco sottosopra per la paura di perderlo. Sei gelosa perché lo ami, e un po’ perché sei fragile… E in fondo basterebbe che lui ti dicesse “Amore, io voglio solo te” e in un attimo tutto quello che ti rende insicura si dissolverebbe nel tuo bellissimo sorriso. Basterebbe solo quello, e tu saresti felice… 🙃❣

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Penserai che era bello prima d’incontrarmi, e che forse è stato bello anche dopo esserci persi, ma che quando stavamo insieme era tutto speciale…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ho imparato a riconoscere la luce per via del buio, a sentire la musica in mezzo al rumore, a cercare la bellezza dietro le macerie e i rottami. So di non essere né puro né pulito, ma adesso so anche che in fondo va bene così. Fino a poco tempo fa mi vedevo come una tela bianca con su delle macchie, e questo mi faceva stare male, mi fissavo su quelle macchie, mi sentivo sporco, interrotto, sbagliato. Oggi è diverso, la guardo e penso che non è solo una tela bianca con un po’ di fango, ma un quadro! E quelle non sono macchie, ma pennellate di verità, di sudore, di errori, di fragilità, d’impegno e tentativi. Di attaccamento e abbandoni. Quella è la mia vita, quello sono io, tutto questo è il nostro amore. E noi siamo solo per pochi anche quando siamo deboli, anche quando cadiamo. Anche quando ci facciamo battere e sopraffare dalle tentazioni. Dalla nostalgia. Dall’amore perduto. Siamo solo per pochi soprattutto quando ci perdiamo e ci ritroviamo diversi. Quando colpiamo senza sapere cosa. Quando urliamo senza sapere contro chi. Siamo solo per pochi quando perdoniamo. Siamo solo per pochi quando ci perdoniamo. Siamo solo per pochi anche quando, qualche volta, ci buttiamo senza sapere quanto è profondo sotto, e quanto è fredda l’acqua.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Forse un giorno ti sveglierai nel cuore della notte, cercando la mia mano, chiedendoti dove sono, chiedendoti perché, chiedendoti come hai potuto non capire, come hai potuto essere tanto folle da lasciarmi andare, e così tanto poco coraggioso da scappare davanti a tutto quell’amore…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ecco, ho imparato anche questo: ho imparato ad accettare le offese di chi dovrebbe fare squadra con te e invece ti rema contro. Ho imparato che prima o poi scivoliamo tutti in quell’angolo di mondo in cui è facile sporcarsi con la nostra stessa mediocrità. Ci giudicano perché hanno il terrore di guardarsi dentro e perdersi nel loro buio, ci giudicano ma non sanno niente di noi. Niente. È sempre triste rendersi conto di aver sopravvalutato qualcuno, è triste scoprire che l’idea che ci eravamo fatti di quella persona era assolutamente sbagliata. Quando succede, subito dopo, tutto viene vanificato, così, in un attimo. E non ti resta nulla dentro, nemmeno una delle sue parole, zero, che se tornassi indietro non ci sprecheresti nemmeno un secondo del tuo tempo. Restano solo il vuoto e la convinzione che puoi sbagliare, nelle valutazioni, nelle analisi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Volevo scriverti una lettera. Sarebbe iniziata con una sbavatura, per via dell’emozione. Volevo dirti che sei bella quando diventi rossa, e che il cuore mi scoppia quando mi avvicino per baciarti e tu subito dopo abbassi lo sguardo. Forse volevo dirti che tenerti fra le mie braccia è un po’ come una magia, e che guardarti mentre dormi è un piccolo miracolo. Magari ti avrei scritto che ti amo. O forse tutto si sarebbe fermato a quella sbavatura iniziale, che significa tanto, un po’ come le parole che non riusciamo a dire, quelle che parlano davvero di noi. Di sicuro adesso vorrei dirti buonanotte e, ecco, non so cosa ti aspettavi, non lo so. Ma io ti penso. Questo è tutto quello che posso darti, e in fondo, forse è tutto quello che serve…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Volevo solo dirti che mi manchi. Volevo farlo a bassa voce. Volevo dirti che sì, forse è banale, ma tutte le volte che ti penso, sorrido. Perché in fondo mi fa stare bene il solo fatto di pensarti, di immaginarti in quei momenti di quotidianità che tendiamo a sottovalutare. Non so, tipo quando spostavi leggermente una ciocca di capelli per portarla dietro l’orecchio. O quando stringevi un po’ gli occhi mentre ti concentravi su qualcosa a cui tenevi. Sono cose piccole, forse, per qualcuno, ma per me contavano tanto, perché parlavano davvero di te. Ecco, volevo dirti che mi manchi. Solo questo. A bassa voce. Ovunque tu sia.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Io di te vorrei la parte che non mostri a nessuno, quella che tieni solo per te. Troppo facile fermarsi al primo strato e prendere solo ciò che ci fa comodo. Un po’ come chiedere “Come stai” e poi fregarsene della risposta. Io voglio sapere come stai, come stai davvero. Non mi bastano quattro parole di circostanza o una risposta cortese, io voglio leggerlo nei tuoi occhi, voglio prenderti per mano tutte le volte che abbassi un po’ lo sguardo sorpresa da qualche piccola paura, quando sorridi invece di piangere, quando cerchi risposte che non trovi, quando ti specchi e ti vedi grassa, quando sei gelosa perché hai bisogno di attenzioni. Io voglio davvero sapere come stai, io voglio essere certo che stai bene.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Un amore che ti fa perdere il controllo è un amore che ti fa trovare l’equilibrio nel modo più bello possibile, cadendo nel vuoto…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Il cuore delle persone non è qualcosa che puoi comprendere solo perché dici di volerlo fare. Troppo facile… Ci vuole molto altro. Ci vuole coraggio. Ci vuole paura. Ci vuole follia. Se non hai paura significa che non sei davvero consapevole di quello in cui ti stai cacciando, e se non sei abbastanza folle, il coraggio per superarla, la paura, non lo troverai mai. Poi serve poesia, tanta poesia. Ché la vita di quelli che amiamo ha bisogno di musica e carezze. E quando va in mille pezzi, la loro vita, serve pazienza per recuperarli tutti, per cercarli negli angoli nascosti, in quelli più bui, sporchi e dimenticati, con cura, dolcezza, attenzione, per rimetterli al loro posto, uno per uno. E poi ci vogliono abbracci, di quelli che ti scaldano il cuore quando fa freddo dentro, quelli che spengono la paura del futuro, che ti fanno sentire meno solo, quegli abbracci in cui ti perdi e ti ritrovi, in cui ti nascondi dal mondo e forse un po’ anche da te stesso, quelli che ti permettono di piangere senza vergognartene o dare spiegazioni, quelli che ti spingono a pensare che ce la farai, che andrà tutto bene. Andrà tutto bene…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se ha voglia di te, non se ne va…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Lei ha quello sguardo che si posa sulla notte e fa nascere il sole. L’ho visto con i miei occhi. C’era il sole, e intorno la notte e le stelle e la luna sorprese dalla magia del suo sguardo. Piegate da un incantesimo di bellezza. Lei aveva guardato il cielo, e il cielo era impazzito.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Il nostro amore non era ancora iniziato ed era già infinito…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ho perso tanto tempo, ma nemmeno un grammo d’amore per te.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ti chiederanno di essere uguale a tutti gli altri. E tu distinguiti!

Roberto Emanuelli

 

Sussurrami in un orecchio che un giorno arriverai tu, a tenermi per mano, a leccare le ferite, a regalarmi i tuoi occhi, a portarmi via, via con te.

Roberto Emanuelli

 

Non finirà mai, io tornerò sempre a prenderti, non ti lascerò andare!

Roberto Emanuelli

 

Più cerco di non pensarti, più ti ritrovo in ogni cosa.

Roberto Emanuelli

 

Se non ti convinci di essere una prima scelta, per gli altri sarai sempre un’alternativa.

Roberto Emanuelli

 

Ti porterò via con me, ma senza sfondare muri… lo faremo volando!

Roberto Emanuelli

 

Ubriacatevi di baci!

Roberto Emanuelli

 

Se mi ami, resto. Sennò è lo stesso. Ti amo da lontano.

Roberto Emanuelli

 

A volte mi chiedo come sarebbe stato fra me e te se avessimo avuto coraggio…

Roberto Emanuelli

 

Tante parole quando bastava un sorriso.

Roberto Emanuelli

 

Tu sei bella anche quando nessuno te lo dice.

Roberto Emanuelli

 

Sei così be be be bella che mi fai balbettare…

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte. Anche a te che non dai peso alla vita degli altri. Forse domani avrai voglia di rimediare e chiedere scusa. E allora il mondo sarà leggermente migliore di come lo avevi lasciato prima di addormentarti. Basta provarci. Provaci!

Roberto Emanuelli

 

O è amore tutto l’anno o non è amore mai.

Roberto Emanuelli

 

Mi dissero ‘non scrivere di cose troppo tristi, perché la gente non vuole il dramma!’. E io risposi che avrei scritto usando il cuore, perché la gente vuole la sincerità…

Roberto Emanuelli

 

Ti diranno ‘non farti scappare l’occasione!’. E tu risponderai che sei tu, l’occasione!

Roberto Emanuelli

 

Sono così piccoli mentre fanno i grandi…

Roberto Emanuelli

 

Dammi la mano…

Roberto Emanuelli

 

Forse la strada giusta la troviamo solo quando ci perdiamo, forse ci perdiamo solo quando la strada è quella giusta. Il romanticismo e la poesia, prima di tutto, dobbiamo cercarli nel nostro cuore, nel nostro stile di vita, nel modo in cui guardiamo le cose… Mi hanno chiesto se sono felice. Io ho risposto che sono all’ottavo cielo, il settimo lo abbiamo usato come scaletta per salire e dimostrare al mondo che di impossibile non c’è niente se ci metti il cuore, la vita, la faccia, e tutta la tua storia. Siamo solo per pochi perché, per noi, i cieli non finiscono mai e ne inventiamo ogni volta di nuovi… Buoni nuovi cieli per questo nuovo anno, anime rare! Perdetevi nella bellezza! E che il 2017 sia pieno di poesia e romanticismo, e di chance di felicità! E che abbiate il coraggio di giocarle tutte! Senza mai avere paura di esserlo, persi. E felici…

Roberto  Emanuelli

 

I tuoi occhi sono arrivati a toccare parti di me che nessuna mano era mai riuscita nemmeno a sfiorare.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ricordo che ero appoggiato con la schiena su quella casetta di legno che abbiamo usato per ripararci, e lei era su di me, e per non farle sentire freddo, per scaldarla un po’, l’ho coperta con il mio giacchetto estivo. Avevo la sua testa sul mio petto, e le accarezzavo i capelli. Mentre lei, sul suo telefono, aveva messo della musica a basso volume. Ricordo di averle chiesto che fine facessero, secondo lei, le domande belle. «Dove vanno a finire?» «Restano sospese, nel cielo, perché le risposte belle hanno paura di volare…» «Non c’è bisogno di parlare, né di tante parole. Hai ragione…» «Quelle che non diciamo, le parole che non riusciamo a dire sono le uniche per le quali varrebbe davvero la pena parlare», dice questa cosa, così, come se fosse la cosa più normale del mondo. Invece non lo era, era una cosa enorme. Una verità assoluta. E da quel momento ho smesso di dire parole per le quali non valesse la pena parlare, e ho iniziato a non dire solo quelle che contavano davvero. È necessario descrivere e definire la mediocrità, parlarne, parlarne e parlarne… Spiegare, spiegare e spiegare…Per le cose belle invece non servono parole. Nemmeno una. Prima o poi avrai qualcosa nel cuore che non riuscirai a tirare fuori, molto probabilmente perché il mondo, distrattamente, non si accorgerà delle tue esitazioni, di tutti quei silenzi. E proprio lì, in quell’universo nascosto e silenzioso, dovranno venire a scoprire le stelle più belle e luminose, quelle che racconteranno qualcosa di te che nessuno ha mai potuto comprendere…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

C’è un momento preciso in cui le persone ci deludono. Questo può succedere in vari modi e per diverse ragioni, ma si tratta di un attimo: click. E in quel preciso istante, in quel click, anche miss universo diventa ai nostri occhi la creatura più brutta del mondo. Click.

Roberto Emanuelli

 

Di auguri di Natale e di Buon Anno ne abbiamo letti e ricevuti già tantissimi, in giro e qui sui social, e sarà così almeno per i prossimi due o tre giorni. Ecco, il mio pensiero in questo momento va soprattutto a quelli che, un motivo di sorridere, proprio non lo trovano nel cuore, a quelli che, nel cuore, trovano solo buio e difficoltà, a quelli che passeranno questa serata soli, e non per scelta. Quelli con la testa piena di paura perché purtroppo è Natale e Capodanno col panettone, lo champagne e le stelline solo per una parte di mondo. Il mio sorriso va a quell’altra parte, la mia carezza va a quelli che stanno sul marciapiede di fronte al nostro e si chiedono che sapore ha quel pezzo di felicità. In tutto questo c’è qualcosa di sbagliato. E allora auguri a tutti noi, alle nostre famiglie, ai nostri amici, ma non scordiamoci di buttare un occhio dall’altra parte della strada, perché la dignità e la vita dei nostri fratelli vale molto più di un panettone. Vale molto più di un brindisi e di un po’ di bollicine. E quando qualcuno smette di esserci perché è stato scordato dal mondo, noi smettiamo di essere umani, e diventiamo un branco di fantasmi senza anima e senza cuore che non potrà mai più trovare il coraggio di guardarsi indietro e rileggere la propria storia senza vomitare. Ed è peggio. Molto peggio…

Roberto Emanuelli

 

Siamo solo per pochi perché abbiamo i nostri scheletri nell’armadio ma non fingiamo di essere puri e immacolati. Non puntiamo il dito contro il prossimo giudicando senza impegnarci a capire. Siamo solo per pochi perché abbracciamo i nostri errori e facciamo di tutto per essere migliori di quello che siamo. Perdonando. Perdonandoci. Senza arroganza. Con dignità. ‘notte!

Roberto Emanuelli

 

Sogni d’oro a voi che conoscete il valore dell’amore perché, prima, avete fatto i conti con la tossicità dell’odio…❣

Roberto Emanuelli

 

Quelli che non ce la faranno mai, li riconosci dall’odio che mettono nel toccare e giudicare la vita degli altri senza conoscerla. Senza sapere. Quando non sai sognare, desideri ardentemente che non lo faccia nessuno, chi non ha amore dentro di sé cerca odio fuori, in ogni cosa. Vuole sporcare il mondo degli altri. Era il bambino che da piccolo non riusciva a costruire il suo castello di sabbia e buttava giù quello degli altri bambini per rabbia e invidia. Quelli che non ce la faranno mai, vogliono distruggere le vite altrui perché non sanno costruire nulla di buono nella propria. Quelli che non ce la faranno mai, non ce la faranno mai per questo, e per tantissime altre misere ragioni di cui loro non sapranno mai nulla. E non ne sapranno mai nulla perché non ce la faranno mai, non per altro…

Roberto Emanuelli

 

Certe sensazioni ci dicono più di mille parole. La gente parla parla parla… ma non dice niente…

Roberto Emanuelli

 

Ti va di passare il resto della vita insieme?

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il romanticismo e la poesia, prima di tutto, dobbiamo cercarli nel nostro cuore, nel nostro stile di vita, nel modo in cui guardiamo le cose…

Roberto Emanuelli

 

Le persone tendono a non apprezzare i tuoi sforzi, semplicemente perché non li vedono. Così tanto concentrate su sé stesse non riescono proprio a notarlo io tuo piccolo gesto di gentilezza, di amore. E quasi nessuno di noi, prima o dopo, è esente da questa forma di egoismo. Egopresi a egocommiserarci. Va bene lo stesso, basta non smettere mai di metterci il cuore. Mai…

Roberto Emanuelli

 

Quei piccoli episodi in cui ci sembra di aver conquistato una vittoria magari proprio su chi ci aveva maltrattato o deriso… ecco, anche in quel caso dobbiamo ricordarci di non trasformare quelle soddisfazioni in motivo di presunzione o arroganza, perché è questo che ci rende diversi, quel momento in cui avremmo il potere di restituire il colpo ma noi diciamo no. Serve un enorme coraggio per dire no. Si chiama umiltà Si chiama ricordarci da dove veniamo. Noi diciamo no!

Roberto Emanuelli

 

Siamo solo per pochi perché abbiamo ancora il coraggio di guardare negli occhi chi tende la mano verso di noi e fidarci di quel gesto, senza sospetti, senza dubitare, ringraziando per quel piccolo segnale d’amore, come fosse un miracolo, intrecciando le nostre dita con le sue, dando vita a quel fruscio di pelle su pelle che sa di fusione, di rivoluzione, di bellezza…

Roberto Emanuelli

 

Fra le cose che vedo, Mary, quando ti guardo, ci sono i tuoi silenzi, gli attimi di esitazione, i dubbi, la paura, le parole che non dici, la voglia di lasciarti andare che barcolla per il contraccolpo delle regole di matematica, uno più uno quanto fa nei tuoi silenzi? Nonostante la sicurezza apparente, in quei silenzi, vedo una bambina nel corpo di una donna e una donna con gli occhi da bambina, però, ecco, lì dentro, ho deciso, cercherò le risposte che non puoi darmi per via delle domande che non ti ho fatto e non ti farò, perché ho smesso da tempo di fare domande, da quando ho capito che le domande sono quasi tutte stupide, banali, che sono quasi sempre un modo vigliacco di non prenderci le nostre responsabilità o di correre meno rischi, ottenendo, come effetto, la morte della magia… adesso cerco direttamente le risposte, e le cerco al buio, senza chiedere, e le cerco lì sotto, senza timore, le cerco nel fondo, lì dove scendi solo se hai deciso di scendere, lì dove scendi solo se hai deciso che la tua mano dovrà rimanere incollata alla sua, comunque vada, fosse anche solo per un viaggio di qualche minuto, perché senti che ne vale la pena, lo senti sulla pelle, che sai che scendere è facile, ma risalire non è detto, non è poi così scontato…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Mi hanno chiesto se sono felice. Io ho risposto che sono all’ottavo cielo, il settimo lo abbiamo usato come scaletta per salire e dimostrare al mondo che di impossibile non c’è niente se ci metti il cuore, la vita, la faccia, e tutta la tua storia. Siamo solo per pochi perché, per noi, i cieli non finiscono mai e ne inventiamo ogni volta di nuovi… Buon sabato, anime rare! ‪#‎siamosoloperpochi‬

Roberto Emanuelli

 

Poi arriva un momento che guardi dentro la tua vita, come fosse una casa, da fuori, sbirci dalla finestra, e ci vedi dentro gente che non ti apprezza, che non gli frega di quello che sei, stanno lì, in casa tua, perché ce li hai messi tu, forse perché volevi piacergli, forse perché credevi fossero importanti, forse perché ne avevi bisogno. Magari pensavi che prima o poi ti avrebbero apprezzato. Perché a volte sei fragile e insicuro. Però, poi arriva il momento che quella gente, estranea, fredda, indifferente alla tua sensibilità, ecco, dentro casa tua non ce la vuoi più. Perché ti bastano quelli che ti amano, perché contano solo loro. Perché siamo solo per pochi. Siamo solo per pochi! Oggi più di prima! #siamosoloperpochi

Roberto Emanuelli

 

Potrà capitarti di pensare che questo mondo non faccia per te, questa cosa potrebbe succederti subito dopo aver sentito la lama entrare e bruciare, all’improvviso, inaspettatamente. Forse sarà perché tuo padre ti ha lasciato per sempre, o perché l’ha fatto l’amore della tua vita. Forse sarà la delusione per quello che credevi fosse il tuo più grande amico. Magari sarà la salute, o i soldi. O il lavoro. Ma non è mai tutto perduto, fidati, la bellezza è dietro l’angolo. Davanti agli occhi. Compra dei pennarelli, colora le zone grigie del tuo cuore. Colora il mondo. Guardalo ancora con gli occhi di un bambino, sarà quel misto di follia e voglia di sognare che ti renderà tanto fragile e vulnerabile e, nello stesso tempo, l’uomo più fortunato del mondo. Siamo intoccabili solo quando i nostri pensieri e le nostre azioni coincidono con i nostri sogni. Nessuno può toccare i nostri sogni, ma i nostri sogni possono toccare chiunque. Ecco, adesso specchiati, e di’ a te stesso che con quelle cicatrici sei più bello, più interessante, più umano, e sappi che ti renderanno più forte, ogni volta più forte. Quindi rialzati e vai. Anche quando avrai l’impressione di esserti perso e non saprai dove andare, tu vai!

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Certe persone ti vogliono così bene che ti accarezzano solo pensandoti.

Roberto Emanuelli

 

Ci sono dei viaggi che proprio non li puoi fare da solo, soprattutto quelli di ritorno, quelli che eri partito insieme, mano nella mano, quelli che ci si sente abbandonati, non preferiti, non scelti, superati… Ma qualche volta lo devi fare, anche se non lo volevi, anche se non dipende da te. E allora, per il ritorno, conviene mantenere un po’ d’amore nel cuore, pure se ti sembra impossibile, pure se a guardarci dentro ti pare di vedere solo rabbia e disperazione. L’amore ti tornerà utile in quei momenti in cui non ci sarà nessuno a tenerti la mano su quella salita tanto ripida, lì ti ricorderai di dare un senso alle tue parole, soprattutto a quelle che non sei riuscito a dire, a quelle che sono rimaste nel cuore. Forse un giorno arriverà qualcuno che vorrà prenderle e farle sue, quelle parole che hai nel cuore, ma prima devi fare quel pezzo di strada da solo, quello in salita.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Chi ti ama ti trova. Ti tiene. Non se ne va. Resta! Ti ama!

Roberto Emanuelli

 

Il grado di invadenza delle persone è inversamente proporzionale a quello della loro intelligenza.

Roberto Emanuelli

 

Fra le cose che non ti ho mai detto c’è che la prima volta che ho incrociato il tuo sguardo ho pensato che mi saresti mancata per il resto della vita, perché dal primo momento, oltre a perdermi nei tuoi occhi, ho anche capito che non saresti mai stata mia. Certe cose le sappiamo fin dall’inizio, le sentiamo subito, ma qualche volta facciamo finta di niente, perché è bello giocare anche per perdere, ed è quello che è successo con te: ho perso tutto quello che potevo perdere: la testa, il cuore, il fiato e le chiavi di casa… in una frazione di secondo; e lo rifarei millemila volte, perché perdere, con te, è bello da morire.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

La distanza non esiste, è l’alibi di chi non ci crede davvero…

Roberto Emanuelli

 

Dài, vieni qui! Che poi usciamo, ci mettiamo in un angolo, sul marciapiede, e parliamo, ti va? Ti racconto tutto, di quel colpo che mi ha steso, di quello che mi ha salvato la vita, del rumore che sento soprattutto quando sono solo e non parla nessuno, e del rumore che faccio quando sento il vuoto dentro che avanza. E la gente, il vuoto dentro, è convinta di poterlo colmare solo perché sente l’esigenza di farlo, perché ne sente il bisogno, per non morire, per non perdersi per sempre, invece quel buco che ci ha spezzato in mille parti non si colma mai, e se non stai attento si mangia tutto quello che gli sta intorno. Se ti va ti dico dello sporco, dello sporco che ho nel cuore, quello mio e degli altri, che, gli altri, quando se ne vanno, quando ti abbandonano steso giù per terra, ti lasciano un sacco di resti, detriti, schifezze, e poi, dopo che se ne sono andati, non puoi dire “non è roba mia”, devi imparare a conviverci, sì che è roba tua, come con le cicatrici, pure se non te le sei fatte da solo, sono tue, sono le tue cicatrici, perché quella è la tua pelle, perché quello è il tuo cuore. Vieni, te lo faccio vedere quello che c’è dentro, non avere paura, magari nel frattempo apriamo questa bottiglia di rosso, la voglio aprire per te, l’ho tenuta per una grande occasione, è tutto quello che posso offrire, e tu sei una grande occasione. Se ti va nel frattempo mi tieni per mano, se ti va nel frattempo piango un po’, qui sul marciapiede, perché sto bene qui, così, per strada, con te, mentre tutto il resto continua a essere quello che è, come se niente fosse, come se non avesse memoria di quello che è già stato, continua a essere quello che io non voglio più vedere, lo specchio del vuoto che non voglio più colmare. Abbracciami, che siamo qua, io e te, senza se e senza ma, con una bottiglia e un mazzo di fiori, con lo sporco e i colpi presi, senza strutture e maschere, nudi su questo marciapiede, a fare l’amore con le nostre imperfezioni, a dirci le cose come stanno, a coccolarle, a raccoglierle per metterle in ordine, secondo la nostra logica, a volte sballata e bizzarra, altre fredda e spietata. Ma se non ce lo spiegano, qual è quello giusto, per noi l’ordine delle cose è questo: il nostro. Tienimi per mano, amore, non temere, non è la fine del mondo, non è la fine del mondo, è solo un po’ della mia vita, è solo un po’ di verità, è solo un po’ di quello che resta, poi tutto ricomincia… tutto ricomincia. E io non ti lascio andare, Mary, tu sei la mia più grande occasione.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Qualche volte siamo un po’ stanchi. Vive meglio chi se ne frega, chi non dà peso ai sentimenti degli altri, chi non parla chiaro, chi non è onesto. Vive meglio chi dice sì a tutti ma non tiene davvero a nessuno, chi si fa scivolare qualunque cosa addosso. Vive meglio chi gioca col cuore delle persone, chi, pur sapendo di far male, fa male. Chi normalizza il marcio per non guardarsi dentro. Chi si gira dall’altra parte e poi dice “non ho visto”. Ecco… qualche volta siamo un po’ stanchi. Ma noi siamo diversi, e la   stanchezza non è una buona scusa per essere peggiori di quello che siamo, per cedere alla mediocrità. Per vivere come chi “vive meglio”. Ce la faremo, nonostante tutto, ecco perché siamo solo per pochi. Buona serata, anime belle…

Roberto Emanuelli

 

Ai bambini direi: “non credete a chi vi dice che per essere forti bisogna essere duri. Che per essere uomini si devono nascondere le fragilità e le debolezze. Che per essere rispettati si deve cedere alla prepotenza. Siate gentili e leali con i maschietti ma, alle amichette, riservate un trattamento diverso, più delicato, fate loro una carezza, con dolcezza. Con tenerezza. Proteggetele! Non lo scorderanno mai e, forse, anzi, quasi sicuramente, più avanti, negli anni, con il loro coraggio, con tutta quella forza tipica delle donne, vi salveranno la vita…”.

Roberto Emanuelli

 

Cercano la libertà nel tradimento. E in quel modo tradiscono sé stessi, e la loro libertà.

Roberto Emanuelli

 

Non possiamo impedire agli altri di essere sbagliati, di darci fastidio, di voler prendere il nostro, cercando di appropriarsene con scorciatoie più o meno subdole e volgari. Non possiamo impedire che fingano di essere qualcosa che non sono, non possiamo pretendere che non ci insultino. Non possiamo chiedere loro di non essere violenti o molesti. Non possiamo dire al mondo chi sì e chi no, perché non siamo dio. Ma possiamo porre degli argini, c’è uno spazio… è il nostro fazzoletto vitale ed emotivo, lì entra solo chi ha il pass per il nostro cuore. Lì entra solo l’amore.

Roberto Emanuelli

 

Siamo solo per pochi perché ogni mattina noi, appena svegli, siamo felici per il solo fatto di esserci… ‘giorno!

Roberto Emanuelli

 

Perché sono single? Perché non prendo qualunque cosa. Siamo solo per pochi.

Roberto Emanuelli

 

Amore, ecco… io voglio solo questo, mi basta stare qui, al buio, e tenerti la mano. Mi basta sussurrarti nell’orecchio che non c’è davvero bisogno di dire nulla, che io lo sento quanto amore hai dentro, lo sento quanto sei dolce e fragile, nonostante l’armatura che ti porti appresso tutti i giorni. A me basta stare un po’ qui, con l’orecchio sul tuo petto, mi basta sentire tutta quella musica. Tutta quella poesia. Mi basta stare qui, in silenzio, mi basta dirti che ci sono io, che adesso ci sono io. E poi tenerti la mano…

Roberto Emanuelli

 

L’amore non è mica una sfida. Una gara. Io non volevo mi corressi dietro, e non volevo nemmeno inseguirti. Era così bello averti semplicemente accanto.

Roberto Emanuelli

 

La semplicità rende tutto semplice…

Roberto Emanuelli

 

Il vuoto, paradossalmente, è la nostra chance di volare.

Roberto Emanuelli

 

Ché a me, la felicità, m’ha sempre messo paura solo nominarla, fin da piccolo, ché è un attimo che passa e poi, bum, ti ritrovi là sotto, là giù, a cercare i pezzi, a rimontare il Lego… e allora io il Lego non lo montavo proprio, lo lasciavo nella scatola, mi bastava la foto sulla copertina della confezione per sapere come sarebbe potuto essere. Ecco, devi avere coraggio per essere felice, un sacco di coraggio per montare il Lego e giocarci come se nessun pezzo dovesse mai staccarsi e cadere, come se nessun incastro potesse mai perdersi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Penso al concetto di gelosia. Penso a quel vuoto che ti prende dentro, colmato da acido e rabbia. Misto a insicurezza. Misto all’idea, ingannevole, di possesso. Misto al bisogno di competizione, all’illusione di controllare, misto all’istinto di ripicca, di rivalsa, di contrasto. Penso al contorcersi, alla gastrite, al non dire, al pretendere, al chiedersi, all’immaginarsi, al fantasticare, all’ingannare. All’ingannarsi. Penso alla nebbia negli occhi, alla ragione che sfugge, all’istinto che prevale, all’impulso nel sangue, che scorre bollente nelle vene, che arriva al cervello. Penso al non capirsi, al dialogo impossibile, all’egoismo, al trabocchetto, ai dettagli travisati, alle parole inventate. Alle prove e controprove, mai provate. Al rivale sempre troppo bello, o troppo bravo, o troppo ricco. O troppo colto. Penso che, tutto questo, a diciotto anni possa tranquillamente essere ordinaria amministrazione. Dai trenta in su credo dovrebbe essere diverso. Il che non significa che essere gelosi a una certa età non sia consentito, anzi. Io lo sono, un po’. Lo trovo naturale. Solo, dovrebbero cambiare le modalità. Il modo di comunicarlo, le ragioni che lo scatenano. Dovrebbero cambiare le priorità, gli obiettivi, gli alibi, il gioco, la logica. Gli schemi, i fattori. Quindi, un termine buono è: Maturità.   Nella valutazione delle situazioni. La maturità nel comportamento. Nel porsi. Nel dire no. Nel dire sì. Nel dissipare i dubbi. Nel non farli nascere. Nell’evitare, mediocri, basse, gratuite, speculazioni emotive. Penso al concetto di equità, al do ut des (occhei, Erich Fromm non sarebbe d’accordo. Ma io non sono Erich Fromm), al fatto che, se non ci si sente presi in giro, certi sentimenti si esternano più volentieri, con più tranquillità. Ché alcuni piccoli sforzi va bene farli per primi, ma non da soli. Ché va bene fare il primo passo, non i primi duecento. Ché dare senza ricevere mai, fa un po’ irritare. Un termine (di moda): Parità. Penso all’attitudine che abbiamo (dovremmo avere) di non fare agli altri quello che non vorremmo fosse fatto a noi. Di non dire agli altri quel che non vorremmo fosse detto a noi. Di riconoscere, senza tanti giri di parole, il senso autentico delle cose, per quel che, in cuor nostro, sappiamo essere. Evitando furbizie dialettiche, reticenze, ritardi, o quant’altro. Il termine buono è: Onestà intellettuale.
Penso all’empatia, alla capacità che abbiamo di metterci nei panni dell’altro. Di comprenderne le motivazioni, le ansie, le gioie. Le paure, il dolore. Penso alla capacità di piangere, e ridere, con gli altri. Negli altri. Per gli altri. Un termine buono è: Sensibilità. Penso all’idea di non puntare il dito. Ricordandoci che, in fondo, siamo i primi a sbagliare, i primi a essere opportunisti, i primi a collezionare errori, uno dopo l’altro, e a pensare ai nostri interessi. Siamo i primi a essere un po’ puliti e un po’ sporchi. Un po’ bravi e un po’ cattivi. Un po’ chiari e un po’ scuri. Il termine: Tolleranza. Penso alla facoltà di comprendere il peso delle cose, il grado di importanza, il senso della situazione, l’insieme degli elementi. Penso a saper guardare una fotografia senza fissarsi su un solo, inutile, dettaglio. Penso alla facoltà di assumere una scala di valori che renda tutto relativo, come è giusto che sia. C’è un verbo: Cogliere. Penso a dei violini, alla musica, a un concerto, allo sfiorarsi. Penso al profumo del fiammifero appena acceso, o del cornetto appena sfornato, o del popcorn appena scoppiato. Penso al sentire. Al sentirsi. Penso al concetto di sognare. Ai colori. Alla leggerezza. Penso al concetto di volare. Di volere. Di correre. Di bere vita. Vita. Di esserci. Di esserci. Di esserci. Penso all’amore. C’è un verbo: Amare. Penso che basterebbe poco. C’è un verbo: Provare.

Roberto Emanuelli

 

A volte l’amore fa più paura dell’odio, perché per odiare basta odiare, non servono domande, e noi abbiamo una paura fottuta di guardarci dentro e perderci nei nostri silenzi. Ma con un po’ di coraggio possiamo farcela. Oggi vorrei essere un supereroe e tramortire il mondo col mio superpotere: il sorriso.

Roberto Emanuelli

 

Ci vuole tanta forza per prendere la mano di qualcuno, per non lasciarlo affondare. Per concedere un’altra possibilità. Soprattutto quando non abbiamo più nulla da prendere o alcun interesse a farlo. Soprattutto quando ci troviamo in una posizione di forza. È in quelle situazioni lì che ci pesiamo, noi esseri umani, e, essere umani, è più complicato e doloroso che non esserlo. Ieri sera ho pianto, ma io non volevo. Poi ho stemperato tutto con un sorriso, per fortuna, e ho smesso. Ho smesso d’essere umano, ma solo perché non riuscivo a smettere di piangere.

Roberto Emanuelli

 

Quando ti chiederanno cosa ti piace di lei, tu non saprai rispondere. Succede questo quando siamo innamorati: prendiamo tutto, ci piace tutto, senza chiederci perché. E le domande sono inutili tentativi di razionalizzare una magia che ha bisogno solo di essere vissuta col vento in faccia, le ali sotto i piedi, e gli occhi chiusi…

Roberto Emanuelli

 

Non possiamo piacere a tutti e, non piacere ad alcuni in particolare, significa che stiamo piacendo proprio a quelli giusti.

Roberto Emanuelli

 

Quelli che ti dicono che fai caso a cose assurde, sono le stesse persone che non fanno mai caso a nulla…

Roberto Emanuelli

 

Sarà banale, ma certe volte dovremmo pensare solo a quanto è bella la vita, così com’è. Dovremmo chiudere gli occhi e pensare a quanto è bello esserci, ora, qui, in questo modo, con quello che abbiamo, nonostante tutti i cazzi e le difficoltà. Questa mattina alzo le braccia al cielo e dico che va bene, va tutto bene. Perché? Perché ci sono. Perché quello che contava davvero era questo, perché quello che conta davvero è ancora questo, solo questo: esserci.

Roberto Emanuelli

 

Quelli che cambiano amici troppo velocemente, come indossassero sempre una nuova maschera, sono quelli che tutte le volte che si specchiano non si riconoscono, non riconoscono sé stessi…

Roberto Emanuelli

 

La cosa più bella del mondo è spesso nelle nostre tasche, ma non ce ne accorgiamo perché continuiamo a cercarla nelle tasche degli altri.

Roberto Emanuelli

 

Ho capito che se prendi la gioia, aggiungi il dolore, togli serenità e sonno, metti eccitazione e smania, poi mischi tutto con un po’ di magia, ecco, hai fatto l’amore.

Roberto Emanuelli

 

I perfezionisti li ho sempre guardati con sospetto, loro sono contro quello che più amo: le imperfezioni.

Roberto Emanuelli

 

Mai niente è come sembra, terrorizzati, cerchiamo sempre le nostre risposte nel bianco o nel nero. Invece, la vita, quella vera, è in tutta la gamma di sfumature in mezzo ai due opposti. E, per quelli che ci credono, qualche volta capita che il grigio, per magia, diventi argento…

Roberto Emanuelli

 

L’unico posto in cui si può essere davvero volgari è nei sentimenti, un cuore volgare produrrà sempre e solo miseria e squallore, anche se in modo educato. Squallore educato: il peggio del peggio. Tristezza assoluta.

Roberto Emanuelli

 

Sento così tanta vita, intorno a me, che ho deciso di sfruttare il buio, che a volte mi pervade, per dare un senso, ancora più netto e profondo, anche alla più tenue, insignificante fonte di luce.

Roberto Emanuelli

 

Capisci che è amore quando non hai bisogno di capirlo.

Roberto Emanuelli

 

L’ostilità è linfa vitale di alcuni, e sono del tutto inutili le nostre dichiarazioni di pace, ché loro, per sopravvivere, avranno sempre bisogno della guerra.

Roberto Emanuelli

 

Quando alzo gli occhi al cielo mi ricordo che il miglior modo per non rotolare nel fango è volare.

Roberto Emanuelli

 

Siamo fatti di tanti pezzettini, belli e brutti, buoni e cattivi, profumati e maleodoranti, ma tendiamo, in modo comico, a mettere davanti solo quelli belli e profumati, senza comprendere che, agli altri, basta girarci intorno per vedere tutto il resto…

Roberto Emanuelli

 

Il suono della pioggia è musica, poesia, disturbata, a volte, solo da certa dissonante umanità.

Roberto Emanuelli

 

Se qualcuno riesce a farti sentire inadeguato, è solo perché tu gli hai dimostrato che ha ragione, che sei inadeguato, altrimenti non sarebbe riuscito nel suo intento. Non permetterlo mai a nessuno!

Roberto Emanuelli

 

Questa è l’epoca dell’individualismo: io, io, io… Ma, io più io, fa sempre io. Serve io più tu, per fare noi.

Roberto Emanuelli

 

Le persone proprio non riescono a comprendere che, anche quando pensano di non prendere posizione, stanno prendendo una posizione: quella di non prenderla. Che è molto peggio di prenderla, perché lasciano decidere agli altri, o al tempo, quello che avrebbero invece dovuto decidere loro.

Roberto Emanuelli

 

Ci sono momenti nei quali amo la solitudine in una misura inquietante.

Roberto Emanuelli

 

Ho imparato a valutare le persone, più che dalle azioni, dalle loro reazioni.

Roberto Emanuelli

 

L’inquietudine… l’inquietudine la senti nello stomaco, come le farfalle quando sei innamorato, come il vuoto quando perdi quota, come il buco quando hai fame o il bruciore quando hai rabbia. Ecco, il segnale dell’inquietudine, invece, è quel sussulto che parte dal basso e sale fino alla gola, terminando col nodo. E poi scende e poi risale. E così in un loop infinito e compulsivo di pensieri né abbastanza definiti da poter essere inquadrati e risolti né abbastanza astratti da poter essere ignorati del tutto. Luca è inquieto…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il fatto è che credo nell’amore, e ne sono innamorato, e ne parlo tutte le volte che posso, e ne scrivo tutte le volte che trovo le parole per farlo, lo faccio perché conosco l’odio, perché a volte è ancora dentro di me. Cerco la dolcezza nei modi e negli scambi perché mi restituisce serenità, e ne ho bisogno per via di tutta quella rabbia che ho avuto nel cuore, per via di tutto quel rancore che ancora, qualche volta, mi pervade. Non sono un santo. Sono tutto meno che perfetto. Sono pieno di contraddizioni, pieno di debolezze. Ecco perché mi definisco fottutamente resistibile. Inseguo l’integrità morale ma scivolo in milioni di tentazioni. Cado in millemila trappole. Credo che dovremmo sentire e seguire il nostro cuore, ma anche il nostro corpo, e capita che cuore e corpo parlino la stessa lingua, e allora è infernoeparadiso. Ma succede pure che parlino lingue diverse. La carne è debole, il cuore è fragile. Siamo quello che siamo. Questa è la nostra vita. Questo è un pezzo di Roberto.

Roberto Emanuelli

 

Ho appena concluso l’ennesimo trasloco della mia vita. Ogni volta, quando succede, portiamo con noi pacchi e pacchetti con dentro oggetti più o meno significativi, più o meno utili, più o meno importanti. Le cose davvero preziose però non possono essere messe dentro scatole di cartone, le cose davvero preziose possiamo metterle solo nel cuore, conservarle e portarle con noi, o lasciarle andare… In ogni caso, è quella la parte più faticosa di ogni cambiamento: fare i conti con il nostro cuore, con i sogni, i ricordi, e con quello che ci aspetta…

Roberto Emanuelli

 

Il viaggio più bello è nel nostro cuore, è l’unico che ci permette di volare fra pianeti e stelle lontanissime e, nello stesso tempo, di essere sempre a casa.

Roberto Emanuelli

 

Quando non potranno difendere la verità, per mancanza di coraggio, o per convenienza, se ne inventeranno un’altra, di verità. Come se niente fosse. E dopo qualche tempo, la verità vecchia, quella vera, sarà solo una bugia. Carta vince carta perde, fate il vostro gioco. Signore e signori: vi presento l’umanità…

Roberto Emanuelli

 

Vorrei che il pensiero di questa sera fosse come un nastro di seta d’oriente, te lo metterei addosso, te lo farei sentire sul petto, scorrendo lentamente, accanto al cuore e, più che un pensiero, sarebbe una carezza.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Chi ha bisogno di nasconderti è perché ha bisogno di nascondere qualcosa al mondo. È perché ha bisogno di nascondere qualcosa a sé stesso.

Roberto Emanuelli

 

Ho fatto molti errori. Col passare del tempo, più che a non farne altri, ho imparato a non puntare il dito violentemente verso chi ne fa.

Roberto Emanuelli

 

Fra le cose più sciocche che ho fatto c’è stato reagire con rabbia davanti a un rifiuto. Quando siamo rifiutati ci sentiamo sconfitti, non scelti. Succede così fin da quando siamo bambini, ed è proprio la nostra parte bambina che ci fotte, solo che, invece di piangere come da piccoli, offendiamo. Ecco, è sbagliato, è profondamente sbagliato. Perché è proprio grazie a quel rifiuto che saremo in grado di apprezzare chi ci sceglierà in mezzo a tutto il resto come se il resto, senza di noi, non avesse senso…

Roberto Emanuelli

 

Quando fai a botte col mondo intero è perché per troppo tempo hai fatto a botte con te stesso, e quando fai a botte con te stesso non puoi che prenderle di santa ragione e portarti i segni dentro per il resto della vita…

Roberto Emanuelli

 

È che noi siamo troppo presi a rincorrere i nostri sogni per augurare incubi agli altri, noi ci occupiamo di costruire l’amore intorno a noi, invece che sprecare il nostro tempo nel tentativo di distruggere la vita del prossimo, seminando odio e veleno. Noi godiamo dei nostri sorrisi, e non delle lacrime altrui…

Roberto Emanuelli

 

L’amore è quando qualcuno ti sceglie, senza prenderti per caso, solo perché, magari, cazzonesò, passavi di lì… ecco, quando succede te ne accorgi perché conosce cose di te che non conoscevi fino in fondo nemmeno tu, perché ti ha guardato dentro prima ancora di guardarti fuori, andando oltre il primo strato, quello sotto gli occhi di tutti, quello sul quale, spesso, trovi solo tanta polvere, e l’ha fatto in silenzio, restando in disparte, cercando di “sentire” le parole che non sei stato in grado di pronunciare, quelle più vere, quelle più belle, quelle che parlavano davvero di te…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il viaggio più bello della mia vita l’ho fatto ad occhi chiusi, immobile, pensando a te… Il viaggio più bello della mia vita sei tu.

Roberto Emanuelli

 

Sarà banale, ma mando un fiore a ognuna di voi, ché, a volte, è solo un modo, un’occasione per mettere in circolo un po’ di amore…

Roberto Emanuelli

 

È che il dolore bisogna viverselo e sentirlo nelle ossa, nella pelle, nel cuore… Perché fa parte del gioco, perché sta nelle cose. Perché, se scappi, lui ti rincorre per tutta la vita, e prima o poi ti raggiunge, con una violenza doppia. O tripla.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Per molti un tramonto è solo la parte finale del giorno, per me è la meravigliosa alba della notte.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Le parole più belle si nascondono dietro interminabili attimi di esitazione.

Roberto Emanuelli

 

Se vuoi che non lo sappia nessuno, ti basta non dirlo a nessuno.

Roberto Emanuelli

 

Tu mi hai chiesto a cosa servisse ‘sistemare le cose’ o recuperare un errore con qualcuno che forse non avrei mai rivisto, con luoghi che non avrei mai più toccato, con situazioni sfumate che apparentemente non mi avrebbero più riguardato. Ecco, ti voglio rispondere con calma, mentre ascolto un pezzo di quelli che mi dà serenità, uno di quelli che mi ricorda la differenza fra la musica e il rumore. Quello che penso è che certe persone, certi luoghi, certe situazioni… se ci hanno toccato davvero, saranno sempre lì, con noi, dentro di noi. Penso che abbiamo bisogno di essere a posto con il nostro cuore, con l’idea che abbiamo di noi stessi, con l’opinione che ci siamo fatti dell’immagine nello specchio. Penso che le persone belle restano belle pure quando non hanno nulla da guadagnare, e ancora di più quando perdono. Penso che lasciarci addosso ricordi stonati possa rischiare di ripercuotersi sull’intera armonia della nostra esistenza, il passato risuona nel nostro futuro, l’amore e l’odio sanno nascondersi l’uno nell’altro, e se non stai attento rischi di non distinguerli nei momenti che contano. E io voglio distinguerli, perché io vivo per quei singoli momenti preziosi, quelli che contano…

Roberto Emanuelli

 

Poi ti rendi conto che, la porta, quando è quella giusta, è sempre aperta…

Roberto Emanuelli

 

Succede sempre così, perdiamo qualcosa per avere in cambio qualcos’altro. Come con il tempo che passa, come con quelle piccole cose che ci lasciamo alle spalle mentre ne recuperiamo o ne inventiamo altre. Come con l’amore che nasce, invecchia, cambia e, qualche volta, finisce. Però poi rinasce. Rinasce sempre. Con altre forme, in altri cuori, per altre vie. Diverso e, se ci credi, più forte di prima.

Roberto Emanuelli

 

Sono sdraiato su un prato immenso, silenzio, shh, silenzio… nel cielo vedo un aeroplano disegnare traiettorie luminose, polvere di stelle, l’ho costruito io, quell’aeroplano, origami emotivi, ho piegato la carta bagnandola con un po’ di lacrime. Non ricordo se fossero di gioia, di malinconia, di tristezza o di dolore. Forse erano un po’ di tutto. Forse erano solo pioggia. All’improvviso il mio aeroplano non c’è più, scompare nel buio, nel cielo solo le scie di polvere di stelle, formano una figura, è un nome: è il tuo.

Roberto Emanuelli

 

Il fatto è che dietro a ognuno degli sguardi che incrociamo c’è una storia, ci sono dei motivi. Ci sono dei perché. Ci sono dei quando e dei come. Silenzi e aspettative. Rabbia e speranza. Amore e odio. E noi non siamo nessuno per giudicare quegli sguardi. Perché, a nostra volta, noi siamo storie, motivi e perché. Siamo quando, come, silenzi e aspettative. Siamo rabbia e speranza. Ecco, a nostra volta, noi siamo odio e amore…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Siamo intoccabili solo quando i nostri pensieri e le nostre azioni coincidono con i nostri sogni. Nessuno può toccare i nostri sogni, ma i nostri sogni possono toccare chiunque.

Roberto Emanuelli

 

Sono in quella fase in cui senti l’esigenza di scrivere con la violenza con la quale colpirebbe un petalo di margherita caduto dal cielo. Ho bisogno di sostenere le mie idee con la forza esplosiva di tutta la dolcezza che posso. Sono nella fase più potente della mia vita: quella del sorriso.

Roberto Emanuelli

 

Come quando ti chiedi cosa potresti indossare per piacerle, o di cosa parlare per risultarle interessante: niente! Saranno le cose più stupide, quelle prodotte dalla tua ingenuità, dal tuo essere quello che sei, cose a cui proprio non pensavi, ecco, quelle cose la faranno innamorare di te, e, proprio cose così, semplici e piccole, renderanno magici certi momenti.

Roberto Emanuelli

 

Dovrai tenere a mente che per fermarti a guardare le stelle sarà necessario che i tuoi piedi siano ben piantati per terra…

Roberto Emanuelli

 

Volevo aggiungere che, il sesso senza amore, ha ragione di esistere, un po’ come lo champagne senza ostriche. Ecco, volevo dirlo da tanto.

Roberto Emanuelli

 

La fiducia è come quelle strade in salita, ripidissime, quasi verticali: ci metti una vita a percorrerle per intero, a farle tue, ad arrivare fino a su, scalandole piano piano, guadagnando singolo centimetro dopo singolo centimetro, senza sconti. E un attimo a precipitare giù…

Roberto Emanuelli

 

Normalmente, chi ti dice che dai sempre troppa importanza a certi dettagli, è chi gliene dà sempre troppo poca.

Roberto Emanuelli

 

“Ti vuoi mettere con me?” Da bambini sapevamo quello che volevamo, perché sapevamo ascoltare il nostro cuore, e avevamo il coraggio di manifestarlo senza tanti ridicoli filtri o giri di parole. Da grandi, non sappiamo più quello che vogliamo, e non abbiamo le palle nemmeno di dirci “mi manchi”.

Roberto Emanuelli

 

E allora sarà annusarci, e chiedere quando, e allora sarà i miei occhi sui tuoi, e chiedere perché, e sarà non capire, e cercare un senso. E sarà schivarci quando i perché sembreranno non averlo, un senso. E cedere, quando i sensi sembreranno non cercarlo più, un perché.

Roberto Emanuelli

 

A noi basta un solo piccolo nascosto angolo di amore.

Roberto Emanuelli

 

Ci chiamano pazzi e invece siamo solo innamorati della vita.

Roberto Emanuelli

 

Fra le cose più importanti da preservare nel mio cuore ci sei tu. Troppo facile proteggere e difendere, nei nostri pensieri, solo le persone che ci restano accanto nel modo in cui vogliamo noi. Io ti terrò lì, in un angolo riparato da ogni cosa, soprattutto nei momenti in cui il mio cuore ne avrà più bisogno, quando avrà paura, ti terrò lì, come un diamante raro, anche se tu hai deciso di andare. In fondo, guardaci, tu sei andata, sei andata via da me ma, quando sbircio nei miei sogni più profondi, sei ancora lì, che mi guardi con quel sorriso delle meraviglie. Senza esserti mai mossa davvero di un solo millimetro…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Molti di quelli che apparentemente “non ce la fanno”, hanno solo smesso di rincorrere qualcosa che con i propri sogni non aveva nulla a che fare. Hanno solo scelto di seguire il proprio cuore. Molti di quelli che per il mondo “non ce la fanno”, ce la stanno solo facendo…

Roberto Emanuelli

 

Poso la macchinetta fotografica e la guardo, non serve, è inutile, quello che ho nel cuore non potrà mai essere riprodotto in una foto.

Roberto Emanuelli

 

Hai presente quando per anni c’è stato un muro fra il tuo cuore e il resto del mondo? Ecco, l’amore è il momento esatto in cui senti “crac”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il paesaggio di Venezia è bello e malinconico, un incanto. Ma il paesaggio più bello del mondo mi è venuto incontro da lontano un po’ di tempo fa, aveva la testa leggermente inclinata e gli occhi pieni di colori mai visti prima, eri tu. Poi sei sparita, in quella linea di orizzonte che confonde il cielo col mare, la luce con l’ombra. La realtà con i sogni…

Roberto Emanuelli

 

Il vero lusso, oggi, per me, è prenderci per mano senza dire una parola.

Roberto Emanuelli

 

Sei bellissima, così tanto che hai polverizzato il mio precedente concetto di bellezza. Sei così bella che hai ridisegnato la mia personale mappa di punti fermi riducendo il tutto a un solo riferimento: tu.

Roberto Emanuelli

 

E quanta gente vedo arrendersi, in amore, prendendo il “meno peggio” per paura di non poter prendere più niente o di rimanere soli, senza capire che, in quel modo, stanno rinunciando a tutto perché non avranno accanto mai davvero nessuno. E tutte le volte penso che quella non è solo una resa, non è solo accontentarsi di una vita senza colori e senza musica, ma prima di tutto, quella, è una rinuncia, la più grande, è la rinuncia a essere felici. Il nostro dovere invece è concederci di continuo chance di felicità…

Roberto Emanuelli

 

E io, guarda, ti giuro, questa notte avrei proprio voluto essere incazzato con tutto il mondo, ma poi invece ho preso mille petali di rosa, un po’ di zucchero filato e un pezzo rock di quelli con la chitarra e la voce sporca, e adesso chiudo gli occhi… e vengo a portarti tutto!

Roberto Emanuelli

 

Ti va di mischiare un po’ delle nostre vite e un po’ del nostro sudore?

Roberto Emanuelli

 

Un vero amico, quando sei al buio, non accende la luce con violenza, ma si siede accanto a te in silenzio.

Roberto Emanuelli

 

Non voglio essere il tuo ultimo pensiero prima di dormire e nemmeno il primo appena sveglia. Mi basterebbe che pensassi a me quando hai voglia di ridere o quando hai voglia di piangere.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a chi nonostante i tanti pensieri riuscirà a dormire lo stesso, dimostrando così di essere grande. Se riesci a dormire quando tutto scorre liscio sei sano, se riesci a farlo quando tutto intorno a te è un casino hai le palle.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a chi ha ancora il coraggio di sognare, di credere nell’amore. A chi è gentile. Voi siete i veri rivoluzionari.

Roberto Emanuelli

 

Quando idealizzi qualcuno, poi, non puoi pretendere che quel poveraccio sia davvero uguale all’idea che hai di lui. Quella è solo una tua idea, e lui, con le tue idee, non c’entra niente.

Roberto Emanuelli

 

Se qualcuno viene a parlarti male di me o di chiunque altro, così, in modo gratuito e con livore, senza che tu abbia chiesto nulla, ecco, hai capito da chi devi guardarti…

Roberto Emanuelli

 

Io pensavo che la mia felicità fosse la tua, sì, insomma, ero convinto che fossero una cosa sola. Un po’ come quando da piccoli diamo per scontato che certe cose non finiranno mai. Invece poi, dopo tanto tempo, ho scoperto che tu potevi essere felice anche senza di me, insieme a un altro. Ero sconvolto. Spaesato. Allora ho pianto. Ma solo un po’. Poi ho sorriso per quello che siamo stati io e te, per tutto quello che mi è rimasto dentro il cuore di noi. E non ho più detto niente. Non ho più detto niente. Poi non ho più detto niente.

Roberto Emanuelli

 

Tu sei il tuo amore più grande.

Roberto Emanuelli

 

Le parole più profonde le diciamo con gli occhi.

Roberto Emanuelli

 

Una delle parole che più uso nel mio romanzo credo sia “perdere”. Forse perché ho già perso un sacco di cose. Forse perché ho già perso un sacco di volte. Forse perché tutte le volte che credevo di perdere in realtà stavo anche un po’ vincendo. Forse perché tutte le volte che pensavo di vincere stavo anche un po’ perdendo. E tutte quelle stupide vittorie senza che in mano restasse niente. E tutte quelle grandi sconfitte che riempivano il cuore. E tutta quella spinta a perdere le difese. E tutta quella voglia di perdere l’equilibrio. E tutto quel dolore pieno della mia vita e della mia storia. E tutta quella rincorsa piena di rabbia e occhi di lacrime. E tutto quell’amore, tutto quell’amore. Tutto quell’amore…

Roberto Emanuelli

 

Non amo promuovere sentimenti ostili pubblicando quel genere di roba violenta e volgare che ha però molta presa sulla massa e genera un sacco di like e condivisioni. Io, anziché alla volgarità, preferisco ambire all’eleganza, e, più che il malcontento, preferisco cavalcare l’amore, i sogni e le speranze.

Roberto Emanuelli

 

In amore fugge chi ti perde.

Roberto Emanuelli

 

Siamo l’amore che diamo.

Roberto Emanuelli

 

In giro vedo molte persone magre che però non sanno essere leggere…

Roberto Emanuelli

 

Amare un’altra persona non potrà mai essere un’alternativa al tuo malessere.

Roberto Emanuelli

 

Mettile le mani addosso. Ma solo per farle una carezza. E solo se lei lo vuole.

Roberto Emanuelli

 

Ti diranno “lascia perdere, è andata così”. E tu ci metterai il doppio dell’impegno e della determinazione e dimostrerai al mondo che le cose a cui tieni non vanno “così”, ma vanno come dici tu.

Roberto Emanuelli

 

Conoscerti non è stato un granché: ora so che non sarà più come prima, che non potrò più accontentarmi. Ora so che cercherò i tuoi occhi negli occhi del resto del mondo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Quando ti innamori della persona “sbagliata” significa che, a qualche livello, avevi bisogno di quello “sbaglio”, e che, in quel momento, era la cosa più “giusta”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Molti si guardano intorno e in preda a deliri di onnipotenza pensano “il mondo è mio”. Io invece guardo quell’angolo di amore che mi sono ritagliato e penso che mi basta avere “il mio mondo”…

Roberto Emanuelli

 

Non credo in nulla di soprannaturale, ma credo che alla fine i conti tornino. Sempre. Che siano diavoli o angeli… Pagliacci o professori… La storia insegna che i furbetti hanno vita breve. Noi aspettiamo. In silenzio. Senza troppa smania.

Roberto Emanuelli

 

Ecco, cavolo, in genere il casino si crea aggiungendo cose ad altre cose. La mia vita invece il contrario: si è incasinata da quando manchi tu…

Roberto Emanuelli

 

Comunque, ecco, per il futuro vorrei esprimere solo un desiderio… e cioè di non avere più a che fare con una precisa categoria di persone, quelle che a un tuo messaggio chilometrico, strutturato, scritto col cuore aperto, dove magari ti apri a confidenze fino a quel momento per te impensabili frutto del lavoro di anni di analisi, ti rispondono: 👍🏻

Roberto Emanuelli

 

«Tu sei la cosa più bella potesse regalarmi la vita.»
«Tu sei pazzo.»
«Sì, sono pazzo di te.»

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Quelli che non prendono mai una posizione pensando in quel modo di poter prendere un po’ tutto, alla fine non si ritroveranno niente.

Roberto Emanuelli

 

Noi che crediamo nell’amore non è vero che siamo soli e pochi, noi siamo solo per pochi. C’è differenza.

Roberto Emanuelli

 

Vedi, Mary, non conta quanto lontani ci troveremo, né dove sei adesso. Conta che dovunque andrò ti porterò con me. Conta solo questo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Nessuno è “la persona sbagliata” se il nostro cuore sente di amarla ma nello stesso tempo nessuno può essere “quella giusta” se non ci rispetta.

Roberto Emanuelli

 

Io quel giorno me lo ricordo come fosse oggi. Eravamo in macchina e andavano i Muse con Madness. Ti avevo appena detto che baciarti era stato il regalo più bello che la vita mi avesse fatto. “Tu sei matto”, hai detto. “Io ti amo”, ho risposto.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ho fatto milioni di chilometri per scappare da te, poi ho chiuso gli occhi e tu eri lì: fra le mie braccia…

Roberto Emanuelli

 

Arriverà qualcuno a dirti che è meglio che lasci perdere quello in cui credi. E tu farai sì con la testa e davanti agli occhi avrai ancora gli stessi sogni. Più nitidi di prima. E penserai “fottiti”.

Roberto Emanuelli

 

Era un lunedì di fine settembre. Intorno alle tre del pomeriggio. Ed eravamo in macchina. L’ho incontrata per pochi minuti in piazza Venezia, le avevo chiesto di vederci anche solo per un saluto. Anche solo per un abbraccio. Ne avevo bisogno. Ricordo le parole scambiate. La verità è che ricordo ogni singola parola scambiata con Mary. Anche quelle non pronunciate, soprattutto quelle. Ci accompagnava il rumore della pioggia. E ricordo il vuoto, i silenzi. Ricordo quello spazio fatto di attimi sospesi intorno a noi, e non di mancanze, quel vuoto che rendeva tutto più magico e romantico. Ma anche più malinconico. Comunque speciale. Lo è tutt’ora, se ci ripenso, ma solo se, in quel momento, in quell’istante fra i pensieri e il rumore della pioggia, ci sei di mezzo tu, Mary. Perché ci sono dei vuoti, degli spazi, che possono essere colmati solo da certi pensieri preziosi, altrimenti restano spazi, spazi vuoti. Quelli fra il rumore della pioggia e i sospiri, fra il sonno e la veglia, fra un battito e quello successivo. Tu sei il mio pensiero più bello, perché sei bella. Sei una cosa bella. E incontrarti è stata una cosa bella. E baciarti è stata una cosa bella. E fare l’amore… è stata una cosa bella. Ecco, ecco perché, con te, gli spazi, i momenti di vuoto, si trasformano in meravigliose attese, sono vigilie di un piacere irripetibile.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ho comprato un mazzo di fiori, e dei cioccolatini, per una dichiarazione d’amore. Farei follie per lei. Ho perso la testa per la mia vita. La amo. E succede tutte le mattine.

Roberto Emanuelli

 

Ho imparato a dire, ad alcune persone, quello che vogliono sentirsi dire, ad altre, la verità.

Roberto Emanuelli

 

E quante volte ho detto “basta non ci credo più”, e quante volte un attimo prima di voltarmi sei arrivata tu…

Roberto Emanuelli

 

Correte dietro a milioni di donne come fosse un gioco e non riuscite a capire che state perdendo chi non giocava per niente quando diceva di amarvi, e non gioca nemmeno ora, mentre vi guarda e, sorridendo, col pensiero, vi dice “basta”…

Roberto Emanuelli

 

Abbiamo costruito tutta questa roba per comunicare in mille modi e a velocità supersoniche, ma poi non riusciamo più ad ascoltarci…

Roberto Emanuelli

 

La “banalità” della bellezza mi ricorda, tutte le volte, quanto sia sciocco cercare di decodificare con assurde combinazioni e chiavi di lettura i fatti della vita. Quasi sempre, la porta che tentiamo disperatamente di buttare giù a spallate, non è nemmeno chiusa a chiave. Quasi sempre, le persone alle quali tentiamo di inviare improbabili messaggi in codice, pieni di complicati e poco comprensibili sottintesi, non aspettano altro, invece, che un nostro semplice banale gesto di assoluta bellezza: un sorriso.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Se ci provi con chiunque non hai scelto qualcosa, non hai scelto qualcuno, hai scelto tutto quindi non hai scelto niente. Quindi non hai scelto me.

Roberto Emanuelli

 

Dobbiamo imparare a proteggere i baci sul collo, le mani fra i capelli, gli sguardi sul cuore. Sì, insomma… quello che è il nostro “patrimonio dell’umanità”.

Roberto Emanuelli

 

Mi chiedono di continuo come mai io sia single. Io li osservo provarci anche con i muri e mi chiedo di continuo come mai non lo siano loro.

Roberto Emanuelli

 

Quando giudichi una donna ricordati che prima di tutto stai giudicando un cuore, una storia fatta di battaglie da pregiudizi, di difese da preconcetti e violenze. Ricordati che stai giudicando una sensibilità che forse non puoi capire, e non per colpa tua. Stai offendendo una vita che dà vita, simile a quella che ti ha dato la vita. Quindi, ecco… non fare lo stronzo!

Roberto Emanuelli

 

Non potrai essere cattivo come alcuni ma potrai essere diverso e questa è la peggior cattiveria che puoi far loro…

Roberto Emanuelli

 

Volevi essere speciale per lui, hai pensato a questo tutta la notte. Prima di uscire ti sei specchiata per ore, hai provato mille vestiti, rivisto il trucco, cambiato orecchini. Volevi essere speciale. Speciale. Volevi essere speciale. Ma lui non ti ha notata. Okay, vieni qui, fatti abbracciare, fammi sentire che sapore ha la bellezza, fammi vedere come è fatta una meravigliosa occasione persa. E     scusalo, non sa cosa si perde. E forse non lo saprà mai… Sogni d’oro…

Roberto Emanuelli

 

Lei è forte, è una “stronza”, ha un cervello e lo usa. E non abbassa più la testa. E non crede più a qualunque stronzata. Perché ha già sofferto fottutamente per i colpi bassi di un bastardo. E non si fida più… E la notte stringe il cuscino, e i denti, mentre piange   sotto le lenzuola.

Roberto Emanuelli

 

Credo nello sfioramento degli angoli di due bocche che si cercano. Credo nell’intreccio delle dita di due mani che si trovano. Credo nel rumore di respiri che si rincorrono. Credo nell’unione di sudore che si mischia, si fonde e si confonde. Credo nella bellezza di due corpi che si incastrano. Credo nel ritmo di un piacere che cresce, balla, arriva… E ti fa scordare chi sei e da dove vieni… Amen.

Roberto Emanuelli

 

Ho continuato a pensarti perché, pensarti, era il modo più bello di aderire perfettamente a me stesso. Non l’ho fatto per te, non l’ho fatto per me, l’ho fatto perché qualunque altra cosa sarebbe stata forzata e innaturale. L’ho fatto perché l’ha chiesto il mio cuore, e poi la mia testa. L’ho fatto in silenzio perché è in silenzio che si fa. Nei miei silenzi c’è tutta la mia vita. È nei miei silenzi che, chi avrà voglia di farlo, dovrà venire a cercare le risposte più profonde, è lì che, al buio, potrà accendere un fiammifero, avvicinarsi e sussurrarmi “perché?”, “come?”, “quando?”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Siamo così fragili quando siamo innamorati. Siamo così belli…

Roberto Emanuelli

 

Oggi non è la festa della donna… ma io ho rivolto comunque un pensiero dolce e pieno d’amore a tutte voi, a partire da mia mamma. Tutte, nessuna esclusa. Un modo per dirvi che siete molto più di una semplice ricorrenza. Un modo per abbracciarci anche senza nessuno che ce lo ricordi. Un modo per regalarvi un fiore virtuale. Un bacio. Una carezza…

Roberto Emanuelli

 

L’amore? Arriva nel momento sbagliato e lo trasforma in quello giusto.

Roberto Emanuelli

 

Per guardare le stelle, qualche volta, più che di un telescopio, abbiamo bisogno di una nuova prospettiva.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Qualche volta mi capita di provare rabbia, succede tutte le volte in cui non riesco a specchiarmi in chi mi guarda e mi tradisce, succede quando mi sento sciocco per aver creduto nelle parole di chi non ha mai creduto in quello che diceva. Succede quando avverto dissonanza fra me e tutto quello che ho intorno. Nulla mi fa sentire così solo, quanto ritrovarmi in mezzo a tanta gente con cui non vorrei essere. Tutte quelle voci fuori, non fanno altro che generare un vuoto sempre più profondo dentro.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ci diranno di non credere nell’amore di non alimentare quella fiamma, che non ne vale la pena, e noi, con quella stessa fiamma, daremo fuoco a tutto l’universo…

Roberto Emanuelli

 

La verità è che una donna ha bisogno di sentirsi dire quelle cose che noi uomini spesso diamo per scontate ritenendole banalità, cose come ‘sei bella’, ‘ti voglio’, ‘mi manchi’… sì, insomma, quelle cose davvero belle. Le uniche che contino. Non banalità.

Roberto Emanuelli

 

Se è amore ti lascia col fiato sospeso. Non ti soffoca…

Roberto Emanuelli

 

Alzano la voce per sentirsi uomini. Urlano per sembrare più grandi. E più strillano più diventano piccoli…

Roberto Emanuelli

 

Siamo la parola che diamo. E quando veniamo meno alla nostra parola, non siamo niente.

Roberto Emanuelli

 

Quando non sai riconoscere la bellezza che hai accanto, quella bellezza non fa per te. E tu non fai per lei…

Roberto Emanuelli

 

Sono stato fortunato, ti ho preso che eri ancora a terra, e una donna che si rialza dopo una caduta è ancora più bella di prima…

Roberto Emanuelli

 

Per certe persone siamo belli solo fino a che siamo come dicono loro…

Roberto Emanuelli

 

Le persone ci deludono di continuo. Ci tradiscono, ci ingannano. Riempire il nostro cuore di odio sarebbe il miglior modo per dar loro ragione e permettere che esse siano sempre con noi, intossicando di continuo i nostri sogni. Ecco perché bisogna sorridere, e poi lasciarle andare, farle scorrere via…

Roberto Emanuelli

 

Se vuoi veramente una cosa, devi alzare il culo e provare a prendertela. Subito. Senza se e senza ma. Fosse pure in capo al mondo. Servisse tutta l’energia che hai. Solo quando le avrai tentate tutte, ma proprio tutte, maturerai il cazzo di diritto di lamentarti.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Buonanotte a chi, invece di coltivare l’albero dell’arroganza e dell’ostilità, coltiva il fiore della dolcezza e della gentilezza.

Roberto Emanuelli

 

Anche se il mio fegato non è d’accordo io continuerò a essere leale. E a metterci il cuore. La vita di chi si fida è troppo più bella di quella di chi ti tradisce…

Roberto Emanuelli

 

Ti diranno di non crederci, che non ne vale la pena… ti consiglieranno di non alimentare la fiamma dell’amore. E tu, invece, con quella stessa fiamma, darai fuoco a tutto l’universo.

Roberto Emanuelli

 

Riconoscersi… è quando ci scegliamo fra miliardi di persone, come se fossimo le uniche due finestre illuminate in mezzo a milioni di grattacieli spenti.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Oggi le persone hanno così tante possibilità che tu sei solo una delle quarantamila opzioni settimanali. Siamo miniature che lampeggiano nel messenger. Spunte grigie o blu. Siamo l’orario dell’ultima volta che eravamo online. Chattiamo con chiunque, siamo connessi alla velocità della luce. Comunichiamo con tutti. Senza riuscire più a sentire nessuno.

Roberto Emanuelli

 

L’uomo è il sesso forte… però poi ha paura ad assistere al parto della moglie, ha paura a parlare alla figlia riguardo al rapporto col sesso, ha paura ad affrontare serenamente e senza aggressività la fine di un rapporto, ha paura a prendere una posizione e lasciare la moglie per l’amante che illude da anni. Però è il sesso forte…

Roberto Emanuelli

 

Devo ricordarmi che sono solo quello che sono. Anche quando è notte e il mare è grosso, anche quando la barca fa acqua da tutte le parti, anche in quel caso, anche quando mi guardano da prospettive diverse, da punti di vista nascosti e vorrebbero dare un nome a quelle prospettive, a quei punti di vista, per dar loro un senso, o per darsi delle risposte, delle giustificazioni. In fondo io non c’entro nulla con l’idea che hanno gli altri di me. Nessuno c’entra niente con l’idea che hanno gli altri di noi. E la verità è che, quella che vedono, è sempre una parte di quello che sono, o di quello che vorrebbero fossi, forse una che non conoscevano, magari meno bella, magari meno luminosa, ma è un pezzo del resto, ecco, e il nome è sempre lo stesso: Luca. E anche il buio è un pezzo di Luca, per questo ho imparato ad abbracciarlo quando è intenso, tanto intenso da farmi perdere l’equilibrio, tanto intenso da terrorizzarmi e rendermi immobile. Quando il buio è intenso è molto più facile individuare anche la più tenue fonte di luce, saper ascoltare il mio buio, osservarlo senza paura, è l’unico modo per uscirne.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ci sono Donne che non sono solo donne, ma sono anche mamma, papà, sorella e migliore amica. Ecco perché la D è maiuscola. Ecco perché la stima è immensa. Ecco perché guardo nei vostri occhi e cerco di imparare. Vi bacio una per una in questo giorno importante. Grazie…

Roberto Emanuelli

 

Se ti hanno fatto male mi hanno fatto male

Roberto Emanuelli

 

Una donna ti ignora e mentre lo fa:
ti ama,
ti desidera,
ti sogna,
ti pensa.
Un uomo ti ignora e mentre lo fa:
gioca alla playstation…

Roberto Emanuelli

 

Succede che, a essere troppo disponibile, le persone inizino a darti per scontato. A dare per scontata la tua amicizia. La tua presenza. La tua generosità. E se poi ricordi loro che nulla è “scontato”, sei pure stronzo. Meglio perdervi. ‘fanculo.

Roberto Emanuelli

 

Credo nel bacio sul collo quello appena dietro l’orecchio quello possibile solo dopo aver spostato una ciocca di capelli con le dita, in penombra, delicatamente, sfiorando appena la pelle… Amen.

Roberto Emanuelli

 

“Ci tengo da morire a te”. E poi spariscono. Mai una telefonata. Non gioiscono con te. Ti osservano in silenzio senza chiedersi se hai bisogno di loro. Non ti aiutano nemmeno se ti vedono in difficoltà. Ci tengono da morire, però… ‘fanculo.

Roberto Emanuelli

 

Voleva sottometterti con la forza perché eri troppo più intelligente di lui. Troppo più bella di lui. Che era così debole e patetico. Così brutto mentre urlava che era lui a comandare colpendo forte il pugno sul tavolo. Puntando il dito verso di te con violenza e arroganza, per intimidirti. Per farti sua. Adesso lui è ancora lì, seduto a quel tavolo. A urlare e sbattere il pugno qua e là. A cercare di farti sua. Da solo… parla da solo. E tu sei fra le braccia di chi sapeva che, a un fiore, basta sorridergli con dolcezza, e occuparsene con amore e attenzione perché non appassisca. E, “sua”, non sei stata mai…

Roberto Emanuelli

 

Credo negli abbracci che ti scaldano il cuore quando fa freddo. Freddo dentro.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ci sono certi errori per i quali vale davvero la pena continuare a sbagliare.

Roberto Emanuelli

 

Alcuni uomini, più che magre, le donne, le preferiscono “leggere”…

Roberto Emanuelli

 

Se non vi baciate mai perché lo chiamate amore?

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a te che avevi voglia di una sola parola, da una sola persona perché tu, Donna con la D maiuscola, eri disposta a perdere tutto il resto pur di avere lui perché è così che si fa quando credi in qualcuno, perché è così che si fa quando il cuore dice che è lui… si rischia tutto, si perde tutto, perché sai che, senza quell’amore, in fondo non puoi avere niente… Ti accarezzo, e buona notte…

Roberto Emanuelli

 

Quello che non capiscono alcuni uomini è che, una donna che sa il fatto suo, non si fa imbambolare da quattro cazzate. Finge di crederci. Vi fa pensare che non si sia accorta della verità, vi fa credere che siete stati tanto “furbi” da ingannarla… ma in realtà state ingannando voi stessi. Come tutti quelli che pensano di giocare con i sentimenti, di tradirli, e mentre lo fanno tradiscono la propria dignità…

Roberto Emanuelli

 

La migliore strategia in amore è non averne, di strategie…

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a te che sorridi anche quando il mondo ti crolla addosso. Anche quando gli altri ti guardano distrattamente e pensano tu sia forte, e felice, e infrangibile, e nessuno di loro sembra aver voglia di andare oltre, nessuno si chiede davvero come stai, nessuno immagina quanto tu abbia bisogno di piangere e accucciarti fra le braccia di qualcuno che ti dica “tranquilla, ci sono io, ci penso io a te…”.

Roberto Emanuelli

 

Vorrei essere il respiro leggero dietro il tuo collo, quello che poi ti fa dire che sì, puoi chiudere gli occhi, che sì, puoi lasciarti andare. Vorrei essere il bacio che ti sfiora appena, dietro al tuo orecchio, quello che poi ti fa esplodere un brivido che sa di vita, un sorriso di eccitazione. Vorrei essere le dita che si intrecciano alle tue, la mano che prende la tua, quella che poi ti fa dire che sì, puoi affrontare tutto, possiamo farlo, e che no, non devi avere paura perché io no, quella mano, ecco, non la lascerò mai…

Roberto Emanuelli

 

In genere, chi ti fa sentire in difetto, non è una persona che vuole stimolarti, è solo uno stronzo, e va trattato in quanto tale.

Roberto Emanuelli

 

Succederà che il cielo sembrerà frantumarsi sopra la tua testa e caderti addosso. Sentirai la terra tremare. Avrai paura. Ti sentirai smarrita, persa. E tu girati verso di me, io sarò lì, al tuo fianco, non ti lascerò sola. Guardami negli occhi. Non lascerò mai la tua mano. Dovessi giocarmi la mia, di vita. Dovessi giocarmi il mio, di cuore. Io sarò lì, qualunque cosa accada. E ne usciremo insieme.

Roberto Emanuelli

 

È sottile, a volte… ma c’è una sostanziale differenza fra sarcasmo e cattivo gusto, tra essere ironici ed essere stronzi.

Roberto Emanuelli

 

Noi amiamo essere semplici, non banali. C’è differenza. La stessa che c’è fra l’essere soli e pochi invece che solo per pochi. Noi siamo solo per pochi.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a te che hai combattuto tutta la vita a testa alta, senza risparmiarti mai, senza proteggere mai una sola volta tutto quello che avevi: il cuore e l’anima. Hai messo tutto sul piatto, come fa chi vive col vento in faccia, come fa chi non ha paura di amare, e di esporsi, perché sa che è solo in quel modo che può chiamarsi “vita”. E se lui non lo ha fatto… lo faccio io… Buonanotte a te!

Roberto Emanuelli

 

Ho deciso di fare il viaggio più profondo, difficile e meraviglioso possibile: restarti accanto, fermo, tenerti per mano.

Roberto Emanuelli

 

Non è mai buongiorno se non c’è amore.

Roberto Emanuelli

 

Poi lui ti ha preso come volevi tu, con dolcezza ma in modo sicuro. Ha accarezzato il tuo viso, ha spostato una ciocca che giocava con le tue ciglia a farti il solletico. Ti ha sussurrato che tutto quello che cercava eri tu, e che tutto quello che bastava era lì. Poi ha spento la luce. Poi ha acceso il paradiso…

Roberto Emanuelli

 

Ti dicono che per splendere devi essere come ti vogliono loro. E tu ricorda che sarai bella solo quando sarai come vuole il tuo cuore.

Roberto Emanuelli

 

Scollature generose, gambe lunghe, un bel fondo schiena… tutto bello, chi lo nega!? Ma tu dammi amore, complicità, fedeltà… e io ti giuro che del resto me ne fotto!

Roberto Emanuelli

 

L’amore, non lo so descrivere, ma qualche volta ho bisogno di chiamarti a voce alta, per ricordare che so che nome ha.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Noi crediamo davvero nelle cose non perché qualcuno ci dice di farlo, né per una serie di costruzioni, conferme o riscontri, questo è solo quello che ci raccontiamo. Lo facciamo perché il nostro cuore ci suggerisce di farlo, perché i nostri occhi vedono tutto quello che devono vedere anche quando davanti a loro pare non esserci niente. Ho creduto in te nel momento esatto in cui ho incrociato il tuo sguardo e i nostri pensieri si sono baciati nel modo più magico e meraviglioso mi fosse mai capitato.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Dobbiamo essere semplici. La bellezza è semplice, l’amore è semplice. Ti amo. Mi piaci. Sei bella. Mi manchi.

Roberto Emanuelli

 

Ti giudicano, apostrofandoti come “stronza” o “cinica”. Ma nessuno di loro conosce la tua storia. Non sanno che un tempo eri quella “dolce” e “romantica” a cui hanno ucciso tutti i sogni. Io lo so, lo leggo nei tuoi occhi pieni di vita. Pieni di amore.

Roberto Emanuelli

 

Io e te ci siamo baciati subito, in modo profondo, come non avevo mai fatto con nessuno. Non erano ancora le nostre labbra a toccarsi, era molto di più, erano i nostri pensieri.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Lei lo guardava e si chiedeva come renderlo felice. Lui la guardava e si chiedeva come rendere felice se stesso. Ecco. Fine.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a te che ce l’hai messa tutta. Buonanotte a te che hai creduto in un amore vero, e grande, e lo hai fatto per due. Perché per te contava. Perché per te era tutto. E allora buonanotte a te che forse un po’ di cuore adesso non c’è più, perché è rimasto lì, da lui, lui che se sarà almeno un po’ furbo lo proteggerà come si fa con i tesori e imparerà come si ama. Come si rischia tutto, come ci si mette in gioco. Buonanotte a te che, invece, tutto questo, già lo sai…

Roberto Emanuelli

 

Forse, chi non ti trova, sta cercando nel posto sbagliato…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Fare l’amore senza baciarsi… non è fare l’amore!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Io rigiro l’universo per te…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Volevi essere bella per lui, ma lui non si è accorto di te. È successo perché lui non sa riconoscere una perla rara in mezzo a un mare di bigiotteria. Ma adesso stai tranquilla e chiudi gli occhi, perché tu rimarrai un gioiello unico, mentre lui solo uno pieno di braccialetti di latta.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ti ho visto ridere a crepapelle di lei. Un giorno potresti voltarti e dire “guarda cosa mi sono fatto scappare, lei mi amava come nessuno farà mai più”. E il bello è che lei non ti renderà il colpo, non perderà tempo a ridere di te. Perché lei sa che, a salire, ci si mette una vita intera, ma per scendere nella meschinità basta un attimo. No, lei ti ignorerà, semplicemente, come si ignora chi non ha capito niente. Chi non merita la nostra attenzione.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quando non potranno ottenere quello che vogliono, cercheranno di umiliarti. E tu sorriderai, perché se il tuo cuore fragile e pieno di amore da un lato ti rende vulnerabile, dall’altro ti fa essere invincibile. E tu questo sei: una donna invincibile.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se ti ama ti fa sorridere. Punto.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Alcune persone entrano nella nostra vita rompendo gli schemi. Altre i coglioni.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte a te che eri convinta che questa volta sarebbe andata, e che lui fosse quello giusto. Ché poi non pretendevi mica che le cose andassero proprio come le avevi in mente tu, vero? Quelli sono i sogni… Ti bastava che tutto andasse bene. Ti bastava ballargli un po’ sul collo. Respirando il suo profumo. Ti bastava sentirti un po’ speciale. Tu sei speciale! Più di quello che credi. Buonanotte…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

La vera solitudine la provi quando ti forzi a stare con qualcuno con cui non hai nulla da condividere. Essere single non significa essere soli. Quando sei libero non sei mai solo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Era così bello prenderci per mano… non serviva altro. Era già tutto lì, in quell’intreccio, in quel contatto. In quella magia.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ti hanno detto che dovevi essere dolce, ma poi hai visto vincere solo le stronze. Oggi, quando ti dicono che sei stronza, rispondi sorridendo con dolcezza, perché tu sola sai che è quello il prezzo da pagare per proteggere la tua emotività. E stronza sia.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Baciarti è stato il miglior modo per ricordare che sapore ha la vita.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ho ancora voglia di immaginare un mondo in cui le persone si agitino per essere con le persone. E non contro le persone.

Roberto Emanuelli

 

Buonanotte, a te che volevi sentirlo ma non l’hai chiamato, perché in fondo volevi fosse lui a farlo. Perché in fondo hai già fatto tanto per lui. Perché in fondo fare il primo passo va bene, i primi duecento no, non è più bello. Non ci fa stare più poi così bene. Non ci fa sentire più poi così desiderati. E allora buonanotte, lo faccio io questo passo per te…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quando dico che la donna è una creatura superiore, intendo dire che ha quel qualcosa in più… chiamalo sesto senso o come ti pare… ecco, è quella magia che le fa percepire le cose prima che succedano, le parole prima che siano pronunciate, i sentimenti prima che lui abbia il coraggio di ammetterli o di sciuparli…

Roberto Emanuelli

 

Se non vi sentite quando vi guardate inutile spogliarvi per finire sotto le lenzuola, perché se non vi siete sfiorati con lo sguardo, con gli occhi, non vi toccherete mai in nessun altro modo.

Roberto Emanuelli

 

Riguardo all’amore, e alla persona “giusta” o “sbagliata”… ci penso da due giorni, o da tutta la vita, e, ecco, volevo dire una cosa forse banale: l’amore non è mai sbagliato.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Andiamo a dormire soli, sì. Ma poi il pensiero corre lì, dove ci porta il cuore, lì dove, in fondo, soli, non siamo mai…

Roberto Emanuelli

 

Ti dicono non sei “più la stessa, sei cambiata”, ma non sanno niente di te. Non sanno delle volte in cui sorridi invece di piangere. Di quando stringi i denti invece di crollare. Di quando resti in silenzio anziché urlare. Non sanno niente di te, ma ti giudicano, parlano della tua vita, la toccano con le mani sporche. La calpestano. Senza rispetto. Senza attenzione. Senza sapere.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

La verità è che sei bella, sei bella quando ridi, sei bella quando ti emozioni. Sei bella in tutti quei modi che hanno a che fare con lo stare bene. Per questo il mio compito non sarà tanto quello di regalarti oggetti di lusso o serate mondane, quanto quello di riempirti di sorrisi e attenzioni. Perché più bella di quando sei felice, non potresti esserlo mai.

Roberto Emanuelli

 

È solo quando sei libero di scegliere che capisci davvero cosa vuoi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Sono single, non solo. Vedo coppie in cui sono entrambi soli pur non essendo single.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

La felicità è l’eccitazione del giorno prima di uscire con lei. È non dormire la notte dopo. È contare i giorniminutisecondiattimi che mancano alla prossima volta in cui la vedrai.

Roberto Emanuelli

 

Non è vero che quando sei innamorato non tradisci, resisti, non cedi… Eh, no! Quando sei innamorato non ti sfiora nemmeno l’idea di toccare un’altra donna…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Sei andata in mille pezzi per un amore finito male. Per un uomo che non ha saputo capirti. E adesso io ho voglia di recuperarli uno per uno quei pezzi, e di rimetterli al loro posto, con calma, delicatezza, cura. Dammi la mano. Ho voglia. Pazienza. E tanto amore. Ce la faremo.

Roberto Emanuelli

 

Il posto più bello dove sono stato sei tu.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Mi stai un sacco bene addosso.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se ti ama non se ne va. Punto.

Roberto Emanuelli

 

Una donna è troppo “complicata” solo per l’uomo che vuole tutto “facile”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Forse avevo solo bisogno di sentirti ancora un po’ mia, di respirarti ancora un po’ sul collo, di leccare ancora un po’ di quell’amore che ti avevo lasciato sulla pelle, mischiato al tuo sapore e a tutte quelle dannate domande a cui non hai mai risposto. Forse era solo questo, ecco… sentirti ancora un po’ mia.

Roberto Emanuelli

 

Siamo solo per pochi perché, noi, non ci prendiamo per caso, noi ci scegliamo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Dovremmo parlare di meno e baciarci di più. Dovremmo baciarci tantissimo…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Hai sorriso dopo aver sentito la lama entrare, al centro del cuore, colpita da chi, il tuo cuore, lo aveva ricevuto in dono. Hai teso la mano a chi chiedeva aiuto, anche se quando piangevi non c’era nessuno ad aiutarti. Hai accolto fra le tue braccia chi si era perso, senza essere certa di sapere dove ti trovavi tu stessa. Ti sei specchiata e ti sei detta che eri bella, anche se qualcuno aveva cercato di convincerti del contrario. Tu sei cascata, e ti sei rialzata da sola. Più bella di prima. Più bella che mai. Perché tu sei speciale, tu sei diversa, tu hai un dono: tu sei una donna.

Roberto Emanuelli

 

Con una donna puoi farci del sesso. O l’amore. Dipende da come vanno le cose. Ma prima di tutto, in ogni caso, devi corteggiarla. Aprirle la porta. Accarezzarle il viso. Baciarla. E farla sentire la principessa che è.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Non posso essere felice se tu non sorridi…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Una donna intelligente può offrirti la scollatura più sexy possibile: quella sul suo cervello.

Roberto Emanuelli

 

Ti guarderanno dall’alto al basso, credendosi più grandi di te, e tu alzati in piedi, lentamente, sorridendo, e ricorda loro che eri solo seduto.

Roberto Emanuelli

 

L’amore è quella cosa che sbam!

Roberto Emanuelli

 

 

Se ha voglia di te, non se ne va, non sparisce. Non credere a chi ti dice il contrario, sono solo parole. Chi ti ama ti vuole vicino, ha bisogno di stringere la tua mano, anche restando semplicemente lì, in silenzio. Ha bisogno di contare i battiti e i sospiri, per essere certo che non ne manchi nemmeno uno. Ha bisogno di raccogliere le tue paure e farle un po’ sue. Per alleggerirti il peso, per vederti sorridere, per guardarti dormire serena, mentre ti accarezza. Chi ti ama sente la necessità di coccolare la tua fragilità fino a trasformarla in un punto di forza, perché è proprio lì che vede bellezza, nelle imperfezioni che ti rendono speciale. Nelle mancanze che ti rendono affamata d’amore. Se davvero ti vuole, non te lo fa capire col silenzio o con l’assenza. Non sparisce. Naa… non crederci! Se ti vuole, ti cerca, ti aspetta sotto casa, ti corteggia, ti sorride.
Si dichiara.
Ti bacia.
Ecco, se ti ama, se ha voglia di te, non se ne va…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Io parlavo e tu ridevi.
Tu parlavi e io ridevo.
E niente… ci siamo innamorati così…

Roberto Emanuelli

 

Tu diglielo… che la ami!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se vuole cambiarti, non ama te, ama le sue idee, ama sé stesso. Quello non si chiama amore, ma narcisismo.

Roberto Emanuelli

 

Nello sguardo silenzioso di una donna risiede un tesoro di rara bellezza. Colui che sa leggerlo, comprenderlo e custodirlo, è l’uomo più ricco del mondo.

Roberto Emanuelli

 

Siamo solo per pochi perché sorridiamo a tutti senza compiacere nessuno, perché inseguiamo il nostro sogno ma facciamo il tifo anche per quello degli altri. Perché è solo se impariamo a credere nel prossimo che possiamo specchiarci negli occhi di chi ci guarda e vederci più belli e meno soli. Le guerre, semplicemente, cessano quando smettiamo di farle. Un cuore senza odio residuo è un cuore pronto al meglio. E io ho ancora voglia di immaginare un mondo dove le persone si agitino per essere con le persone e non contro le persone. Quanta gente vedo arrendersi, prendendo il “meno peggio” per paura di non poter prendere più niente, senza capire che, in quel modo, stanno rinunciando a tutto. Noi non smetteremo mai di concederci chance di felicità, perché crediamo nell’amore, e non siamo soli e pochi, noi siamo solo per pochi…

Roberto Emanuelli

 

E allora basterebbe una domanda bella, sono rare le domande belle, e quelle, più che domande, sono carezze, una tipo “a che pensi?”, ecco, te la farei così, nel modo più dolce e semplice che conosco, col sorriso più sincero e naturale che posso, e il mondo si frantumerebbe in quell’istante, andrebbe in mille pezzi che si scioglierebbero sottoinostripiedifralenostremaniedentroilnostroletto e, attenta, io non ti darei mica il tempo di rispondere, perché direi “io a te”. Io a te.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Siamo tutti la più grande occasione di qualcuno.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Negli occhi di una donna che ha sofferto, puoi trovarci tutto quello che ti serve per imparare ad amare.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se non sono sicuro di poter fare del tuo cuore un posto migliore, scelgo di non varcarne la soglia, nemmeno in punta di piedi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Buonanotte a te che hai nel cuore un pensiero che non cessa di insistere. Un amore che non ti fa dormire. Buonanotte a te che aspetti un messaggio che non arriverà. Ti mando questa mia piccola carezza virtuale. Chi non ti trova forse sta cercando nel posto sbagliato…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se non hai mai tempo per me, significa due cose: o che il tuo tempo lo stai dedicando alle cose sbagliate e non a quelle importanti; o che io, per te, non rientro fra le cose importanti. In entrambi i casi non siamo compatibili.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Sentiamo la pioggia insieme?

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Forse la strada giusta la troviamo solo quando ci perdiamo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ogni volta che ridi io provo piacere. Anche questo è fare l’amore…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Non possiamo pretendere di essere la prima scelta di qualcuno, ma possiamo pretendere di essere la prima scelta di noi stessi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Evviva quelli che ti dicono “quando vuoi, ci sono” e poi ci sono davvero, quando ne hai bisogno, e non solo quando possono o vogliono loro.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Siamo solo per pochi perché la paura del buio noi la trasformiamo nell’opportunità di brillare più forte. Come fanno le stelle.

Roberto Emanuelli

 

Se non credi in quello che dici, non lo dire. Se non puoi mantenere, non promettere. Se non sai toccare un cuore senza ferirlo, non toccarlo…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Siamo solo per pochi perché quando ci chiedono come stiamo, rispondiamo “bene”. Anche quando stiamo male.

Roberto Emanuelli

 

Sei bella come quel messaggio che arriva alle 4 di notte, quello che aspettavi tanto, quello con scritto “non riesco a dormire perché ti penso troppo. Ti amo da morire!”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quando non mi piace nulla di tutto quello che vedo, io chiudo gli occhi e vengo da te.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Mi hanno chiesto come mai, a volte, io abbia ancora tanta rabbia. Ho risposto che è solo perché, a volte, io metto ancora tanto cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Le parole più belle sono baci.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Mi hanno detto che era impossibile farlo. E io ho risposto facendolo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

O mi tieni o mi lasci, niente cose a metà.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Più trovo odio fuori più cerco amore dentro.

Roberto Emanuelli

 

Ti diranno che è un’ossessione, solo perché non possono capirla, perché è fuori dalla loro portata emotiva, solo perché è impossibile, per loro, sentire tutto quell’amore e tutte quelle emozioni dopo una sola frazione di secondo. E allora ti diranno che non è amore, ma ossessione, e che non è reale, ma una tua invenzione. E tu, ecco, tu farai sì con la testa, e li osserverai morire lentamente, giorno dopo giorno, soffocati dalle loro certezze, dalla paura, e da tutta quella patetica mania del controllo…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

È che a volte vorremmo proprio urlare forte “oh, sono qui, non mi vedi? Scegli me! Scegli solo me, e lascia tutto il resto!”. Buonanotte. Io scelgo voi. Scelgo solo voi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Possiamo essere quello che vogliamo quando siamo liberi di non essere quello che vogliono gli altri.

Roberto Emanuelli

 

Non finirà mai se tutti i giorni inventeremo un finale nuovo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Prima di dormire scrivo… “Dopo la corsa al parco e la doccia, sarebbe stato bello ritrovarti da me, magari sul mio divano con le gambe incrociate e gli occhi pieni di vita, saremmo usciti a camminare, o avremmo visto un film, o forse tu mi avresti letto un breve passo di un libro che ti ha colpito, e il mio bilocale senza pretese sarebbe stato il posto più bello del mondo. Di sicuro avremmo fatto l’amore, e sarebbe stato meraviglioso. Ricordo ancora l’espressione del tuo viso, quella mattina di luglio, nel bar della stazione. Ci siamo incontrati per pochi minuti, il tempo di un caffè. ‘In te c’è qualcosa che mi fa impazzire’, ti ho detto. Tu mi hai chiesto ‘cosa?’ e hai sorriso. Io ho risposto ‘tutto’ e ho sorriso”. Mi addormento con la penna in mano e il mio piccolo quaderno sul cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ho rubato una goccia d’acqua al mare. L’ho messa in una scatoletta magica. È il mio regalo per te. Perché se ci crediamo davvero, l’oceano verrà da noi. Il cuore non ha distanze.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Io non c’entro niente con l’idea che hai di me.

Roberto Emanuelli

 

Siamo fatti così, ci innamoriamo di un amore mancato, di quello che poteva essere, di una canzone a cui manca il finale…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

E allora avrai voglia di scappare e correre forte, come non hai mai fatto, ma a un certo punto, esausta, dovrai fermarti e, voltandoti, ti renderai conto che tutto quel dolore e tutto quell’amore sono ancora lì, mischiati e confusi l’uno nell’altro, attaccati al tuo cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ci accarezziamo di continuo, io e te, anche a milioni di chilometri di distanza, anche senza bisogno di toccarci mai.

Roberto Emanuelli

 

Più che di vedere le stelle cadenti, vi auguro di sentire il cuore esplodere nel vostro universo per una collisione con un altro cuore in quella danza di corpi e pensieri che esiste solo quando due anime si attraggono fin dal primo momento in cui entrano nella stessa orbita. Esplodete! E fate casino!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Corri! Ti osserveranno in silenzio, aspettando un passo falso e di vederti inciampare. E tu vola!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Staccare i piedi da terra è una dimensione che si realizza quando due particelle lontanissime, che milioni di anni luce prima erano una cosa sola, entrano di nuovo in comunicazione, in contatto, dopo essersi cercate disperatamente. E il nirvana ti esplode nel cuore e cancella dubbi, rabbia e dolore. Tutte le volte che sfioravo i tuoi capelli succedeva questo, mi sembrava che il contatto delle mie dita fosse un piccolo miracolo, ogni tocco un miracolo. Le mie mani sul tuo corpo erano la prova che le parole, la ragione e la matematica non potessero nulla davanti a quella potentissima magia rappresentata da due anime che si cercano da così tanto tempo, da molto prima che qualcuno o qualcosa desse loro un nome o una forma. Eravamo il completamento dell’altro, insieme per essere interi, uniti per avere un senso, vicini per non mancarci, eravamo la scintilla del fiammifero appena acceso, il profumo del cornetto appena sfornato, eravamo le dita che si intrecciano ed emettono quel fruscio che sa di vita e felicità, e bastava uno sfioramento a trasportarci sul nostro piccolo prezioso universo, su quel mondo dove il tempo non esisteva, quello da dove eravamo partiti, in cui eravamo sempre stati; questo eravamo noi, questo siamo noi: angoli di paradiso. Pezzi di cielo. Io e te ci siamo baciati subito, in modo profondo, come non avevo mai fatto con nessuno. Non erano ancora le nostre labbra a toccarsi, era molto di più, erano i nostri pensieri…

Roberto Emanuelli

“Davanti agli occhi”, prefazione.

 

Tutte le volte che ci scegliamo, senza superbia o arroganza, ma solo per ricordare a noi stessi quanto valiamo e che nessuno può umiliare la nostra dignità, ecco, tutte le volte che lo facciamo siamo più belli dentro, siamo più belli fuori. E rendiamo più bello tutto quello che c’è intorno.

Roberto Emanuelli

 

Osservo con attenzione i comportamenti delle persone, chi tradisce un tuo amico, o gli manca di rispetto, perché dovrebbe poi essere leale e corretto con te? Meglio perderlo.

Roberto Emanuelli

 

A volte ho voglia di piangere per quella rabbia tipica di quelli che mettono il cuore in tutto quello che fanno. Ma poi passa. Sì, poi passa…

Roberto Emanuelli

 

Gli spostamenti più grandi avvengono dentro di noi, da fermi. Più siamo immobili più il viaggio è profondo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il bacio sul collo, quello appena dietro l’orecchio, quello possibile solo dopo aver spostato una ciocca di capelli con le dita, in penombra, delicatamente, sfiorando appena la pelle…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Buonanotte a te con lo sguardo perso nel buio oltre la finestra. Non è arrivata la telefonata che aspettavi. Lui ti aveva promesso che lo avrebbe fatto, ma poi… Quanto è grande il vuoto che ci scava dentro quando ci sentiamo soli e abbandonati? Quando ci sentiamo non amati, non scelti… Buonanotte a te, un pensiero te lo regalo io, piccola, perché quando il vuoto è così grande, noi ci sentiamo “piccoli”. A qualunque età.

Roberto Emanuelli

 

Se è amore ti accende il sorriso, non te lo spegne.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

L’amore fa casino. E io odio il silenzio…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

E ti bacerei ancora, sotto le stelle. Ché baciarsi sotto le stelle, di notte, in riva al mare, non è roba da adolescenti, è la cosa più bella del mondo. È semplicemente il modo migliore di vivere la nostra vita.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Hai comprato quel vestito per sentirti speciale, forse pensavi di averne bisogno perché non c’era lui a dirti che sei bellissima. Spogliati, specchiati: tu sei già speciale. Anche senza quel vestito che, al contrario, è speciale solo addosso a te.

Roberto Emanuelli
Tratto  da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Ogni volta che vedo una donna piangere penso che il mondo abbia perso per sempre un pezzetto di felicità.

Roberto Emanuelli

 

Ti diranno che non è vero, che nessuno può toccarlo, e tu fa’ sì con la testa mentre nascondi nel cuore il tuo pezzo di cielo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Col tempo, ti rendi conto che non puoi pretendere di cercare con gli occhi quello che non riesci più a vedere col cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Buonanotte a te che volevi solo rannicchiarti ginocchia al petto dentro il suo abbraccio e sentirti dire “andrà tutto bene”. Buonanotte, andrà tutto bene…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se giochi col cuore di chi ti ama, non sei un “grande”, sei l’uomo più piccolo del mondo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quando osserviamo profondamente qualcuno, quando lo guardiamo col cuore, quando lo sentiamo col nostro sguardo, sappiamo subito un sacco di cose che non sapremmo parlandoci ore e ore, toccandolo, annusandolo. Parlare non significa comunicare. Ascoltare non significa comprendere. Essere non significa esserci.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Evviva quelli che ridono con gli altri e non degli altri. Evviva quelli che urlano per qualcuno e non contro qualcuno. Evviva le persone belle, quelle che sanno colmare vuoti, quelle che cercano di farti ridere anche quando non c’è niente da ridere. Quelle che quando non ci sono manca qualcosa. Qualcosa di bello.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Una donna che sorride è un miracolo che può salvarti la vita.

Roberto Emanuelli

 

Dimmelo tu come devo chiamarti, perché, se la parola non è “amore”, allora da quel momento, l’amore, per me, avrà un altro nome.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Buonanotte a te sospesa fra sogni e domande, fra dubbi e desideri. Fra il silenzio della notte e il rumore della paura. Paura di perderti ancora, di perdere tanto, di perdere tutto. Paura di disintegrarti in mille pezzi come è già successo, per l’ennesima volta. Come solo tu, ingenua e passionale, sai fare. Buonanotte a te che alla fine, nonostante tutto, metterai sul piatto di nuovo quello che metti sempre, in ogni cosa: il tuo cuore. Buonanotte…

Roberto Emanuelli

 

Non mi basta stare bene, io voglio proprio te.

Roberto Emanuelli

 

Sei bella quando sorridi, quando sei felice, quando c’è qualcuno che ti tiene la mano. Sei bella dentro un abbraccio silenzioso. E lunghissimo.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se ha voglia di te non inventa scuse, non tergiversa. Se ti vuole viene da te. In qualunque posto. A qualunque ora. In qualunque modo. Punto.

Roberto Emanuelli

 

Le parole più belle le diciamo con gli occhi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Siamo solo per pochi.

Roberto Emanuelli

 

Bello appartenersi senza pretendersi.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Se sta con te e guarda il cellulare… non sta con te!

Roberto Emanuelli

 

Comunque, oh, sarò preistorico… ma quando mi piace una donna, cerco di conquistarla con mezzi antichi. Come il corteggiamento. Oppure baciandola.

Roberto Emanuelli

 

Quando penso a noi, penso alla sabbia. Penso alla notte. Penso al mare. A un sacco a pelo. A un falò. Alle stelle. A un bacio che non finisce mai…

Roberto Emanuelli

 

Mi fido solo di quello che il mio cuore sente prima del mio cervello.

Roberto Emanuelli

 

Dobbiamo imparare a ridere di noi e degli altri, delle sofferenze e delle sfighe. È un modo per esorcizzare la paura, per ricordare che nessuno è più speciale di altri e che chiunque può abbandonarsi alla leggerezza…

Roberto Emanuelli

 

Ringrazia chi ti ha regalato un sorriso, perché, con quel gesto, ti ha regalato anche un pezzetto di felicità.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Non scordarti mai di quanto sei bella!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

L’amore ti insegna che per sentire davvero qualcuno, non c’è bisogno di sfiorarlo nemmeno con un dito, perché ti basta toccarlo con il cuore.

Roberto Emanuelli

 

La meraviglia di una donna sta tutta in quella folle voglia di seguire il proprio cuore contro ogni evidenza e logica. Contro ogni razionalità. Contro tutto e tutti.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quello che ammiro in certe donne è quella forza assurda che hanno di sorridere nonostante il dolore che le devasta. Mi sa di bellezza, di classe. Ha il sapore della dignità.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Li chiamano capricci, sciocchezze, progetti senza futuro che non ci porteranno mai a nulla di concreto. Che non ci faranno mai fare i soldi. Ma sono i nostri sogni, sono solo i nostri cazzo di sogni…

Roberto Emanuelli

 

Io e te, mano nella mano, contro tutto il mondo. Insieme. Qualunque cosa accada.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Quella sera così magica ho staccato un tassello dal cielo, c’erano pure due stelle su quel pezzettino di blu che ho messo nel mio cuore. E adesso, da quella notte, senza di te, tutte le volte che alzo gli occhi al cielo manca un pezzo. E vorrei tanto poterlo rimettere al suo posto…

Roberto Emanuelli

 

Io non ti garantisco che riuscirò a notare ogni piccolo cambiamento del tuo look… ma ti prometto che sarò attento a sentire anche il più impercettibile movimento del tuo cuore.

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Possiamo essere quello che vogliamo quando siamo liberi di non essere quello che vogliono gli altri.

Roberto Emanuelli

 

Ma tu… tu come stai?
Già… io, io come sto?

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Più trovo odio fuori, più cerco amore dentro.

Roberto Emanuelli

 

Tu baciala!

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Buongiorno col sorriso sulla punta del cuore.

Roberto Emanuelli

 

Sei gelosa perché sei vera, perché sei fragile, perché ci metti il cuore! E se lui non lo capisce, non lo merita tutto questo amore…

Roberto Emanuelli
Tratto da “E allora baciami”.
#eallorabaciami

 

Volevo presentarmi con questo per farti un piccolo regalo, invece il regalo l’ho fatto a me stesso: il tuo sorriso dopo averlo visto.

Roberto Emanuelli

 

Ogni tanto ritorni, lo fai nei miei sogni. Come ieri sera, forse sapevi che mi sentivo solo, che ero inquieto, perso. E ti sei presentata lì, su quel muretto grigio. Io ero seduto sul bordo, all’angolo, lo sguardo basso, e dondolavo con le gambe, come si faceva da piccoli. Quando ti ho visto il battito è salito così tanto che il cuore è schizzato dalle lenzuola, e le mie mani, nella penombra, ti cercavano sotto le coperte, in ogni angolo del letto. Sei venuta col tuo sorriso e quello sguardo… hai preso la mia mano senza dire una parola, ti sei seduta accanto, e tutte le mancanze intorno a me, come per magia, erano sparite. Eri così bella che ho pensato di morire nel sonno, o forse l’ho sperato, che volevo rimanere lì, in quel rarefatto nonluogo d’amore, sai quando guardi qualcuno e il mondo si blocca?, e l’universo trema?, hai presente?, ecco, a me succede questo, e mi basta sognarti per rendere vero quello ho dentro, le traiettorie emotive che ci legano, tutta quella roba che il mondo e la ragione non possono capire, ma il mio cuore sì, il mio cuore sì che lo capisce… quindi, ecco, se è solo lì che puoi venire per stare con me, nei miei sogni, io ti aspetterò ancora su quel muretto, tutte le volte, e tutte le volte sarà meraviglioso e vero in modo diverso.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Per me l’amore è un nome scritto su un vetro appannato. L’amore, quando sei adulto, ti fa tornare piccolo, e quando sei bambino ti fa provare le cose degli adulti. La magia dell’amore è questa: ti spinge a scrivere sul vetro che si appanna il suo nome, mentre fuori piove, a prescindere dall’età che hai tu, a prescindere dall’età che ha lei…

Roberto Emanuelli

 

Nobody can touch our dreams, but our dreams can touch anyone.

Nessuno può toccare i nostri sogni, ma i nostri sogni possono toccare chiunque.

Roberto Emanuelli

 

Le parole che non riusciamo a dire sono le uniche per le quali varrebbe davvero la pena parlare.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Ho l’impressione che le cose più belle siano spesso il frutto di lunghe, silenziose attese. Saper aspettare è indice di potenza assoluta, denota forza e coraggio. E io non ho più fretta…

Roberto Emanuelli

 

Ho detto tante cose, tutte inutili, perché bastava dire quello che dovevo dirti fin dall’inizio, e cioè che avevo voglia di te. Avevo voglia di te…

Roberto Emanuelli

 

Amare significa arrivare sull’orlo del precipizio e buttarsi giù, pur non essendo certi di saper volare.

Roberto Emanuelli

 

Non succede nulla per caso, noi scegliamo, scegliamo sempre. Riconosciamo la bellezza di certe anime in mezzo a miliardi di persone, sentiamo quella bellezza nel cuore e la facciamo nostra, e, in un attimo, nel modo più magico possibile, ci sentiamo alleggeriti dal peso di una vita intera.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Perché lei? Perché quando chiudo gli occhi sento il suo profumo, e spengo il mondo con tutto quel rumore, e capisco che volare è possibile. E non ho bisogno d’altro…

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

“Dammi la mano”. Esiste dichiarazione d’amore più bella di questa?

Roberto Emanuelli

 

Lei: “Cosa cerchi in una donna?” Io: “te”.

Roberto Emanuelli
Tratto da “Davanti agli occhi”.

 

Il mascara che hai sulle ciglia vorrei rimanesse lì, perfetto. Il rossetto no.

Roberto Emanuelli

 

Capisci che è amore quando non hai bisogno di capirlo.

Roberto Emanuelli

 

Ho imparato che, parlare, non significa comunicare, e che, parlarsi, non significa comprendersi. Molti parlano parlano, ma non comunicano niente. E non si comprendono mai.

Roberto Emanuelli

 

Pensavo… due spazzolini in un bicchiere: il mio e il tuo. Bello…

Roberto Emanuelli

 

Seguimi su Facebook:


Breve biografia

profiloSono nato a Roma, ci vivo. Ho iniziato due facoltà senza finirne una. Ho studiato pianoforte classico ma non so suonare. Ho praticato mille sport fra i quali calcio, tennis e kick boxing senza eccellere in nulla. Ho ancora il coraggio di sognare, sono stronzo e romantico, e quando sbaglio chiedo scusa, o cerco di rimediare in tutti i modi. E ho sbagliato un sacco di volte, cazzo. Alzo la tavoletta prima di fare pipì, e dico spesso “Woow! Ti sta benissimo, sei dimagrita!” il che mi rende un buon partito. Amo scrivere. Amo leggere. Amo vivere. Ho pubblicato il mio primo romanzo, Davanti agli occhi, nel 2016, Edizioni Efesto (questo romanzo è stato tolto dal commercio dopo che Rizzoli ne ha acquisito i diritti di sfruttamento commerciale. Verrà ripubblicato nel 2018). Il secondo, E allora baciami, è uscito ad aprile 2017, con Rizzoli, e lo trovi in tutte le librerie tradizioni o nei negozi online.

Per restare aggiornata/o seguimi sul profilo Facebook o su Instagram, cliccando sui nomi evidenziati o, se al momento sei loggato su fb, direttamente più giù sul tasto “Segui”.

Qui sotto trovi anche la mia pagina Facebook “ufficiale”:

A presto, e grazie per il tuo interesse.

Roberto Emanuelli
#eallorabaciami
#siamosoloperpochi

Seguimi su Facebook: